Lavori di recupero e valorizzazione della cappella Pio IX, prosecuzione dell'attività editoriale e avvio del tesseramento: questi i tre obiettivi, a medio e lungo termine, per il 2023 dell'associazione "Cappella ferroviaria Pio IX". Il presidente Aldo Cagnacci guarda al futuro con ottimismo, annunciando il programma delle opere.

«Il 2023 dovrebbe vedere finalmente l'inizio di alcuni lavori sulla cappella della stazione, uno dei pilastri sui quali si fondala nostra stessa esistenza. La società proprietaria, Rete Ferroviaria Italiana Spa, si è finalmente impegnata a effettuarli, sotto la pressione congiunta nostra e delle istituzioni comunali e regionali, che ringraziamo. I lavori - spiega il presidente - sono subordinati alla presentazione di un progetto dettagliato alla soprintendenza che vigila sul bene storico, per ottenerne il benestare. La documentazione da redigere è importante e necessita di competenze particolari. Il secondo pilastro della nostra associazione è l'attività editoriale, che ci ha visti vincitori o finalisti in molti concorsi letterari. Tutti i nostri libri hanno ottenuto riconoscimenti e di questo non possiamo che esserne orgogliosi. Altre novità ci attendono nel prossimo anno, con la stessa cura e l'impegno di sempre».

Cagnacci prosegue facendo cenno al tesseramento: «È partita la campagna per il tesseramento 2023, rivolta a tutti gli amici che sono stati soci dal 2019 al 2022 o che sono interessati a diventare soci; le quote serviranno a coprire le spese da affrontare durante l'anno per il progetto di cui ho parlato, per le nuove attività editoriali e gli eventi che organizzeremo o ai quali parteciperemo. Per informazioni sulle modalità di tesseramento si può scrivere a: ass.cappellaferroviariapioIX@gmail.com».

Il presidente conclude: «Colgo l'occasione per informare che l'associazione culturale "Fabrateria" ha organizzato il decimo convegno su "La nostra Storia", in cui si parlerà di "Ciociaria tra passato e presente" nella sala del Comune di Falvaterra, alle 16.30 del 14 gennaio. Noi saremo presenti come associazione collaboratrice. Un convegno che sarà il primo del genere dedicato all'argomento e che stimolerà sicuramente il dibattito tra i relatori e il pubblico».