È stato un abbraccio molto caloroso, forte, spontaneo quello che la città di Fiuggi e il nord Ciociaria hanno tributato ieri mattina al ministro degli affari esteri e vicepremier Antonio Tajani, nel corso di una cerimonia nel teatro comunale di Fiuggi. Nella veste di regista dell'evento il coordinatore di Forza Italia di Fiuggi, Giuseppe Incocciati. Erano presenti tra gli altri il senatore Maurizio Gasparri, gli europarlamentari Luisa Regimenti e Fulvio Martuscello, il consigliere regionale Sara Battisti, numerosi sindaci del territorio, il coordinatore degli azzurri dell'area nord della Ciociaria Daniele Natalia sindaco di Anagni.

Erano presenti anche diversi rappresentanti del mondo del volontariato e il presidente delle Fig (federazione italiana golf), Franco Chimenti che si è soffermato sulla Ryder Cup 2023 che si svolgerà in Italia. A rendere gli onori di casa il sindaco di Fiuggi, Alioska Baccarini, che nel corso del suo intervento ha ricordato come e quanto Antonio Tajani si sia sempre speso per questo territorio. Ed a proposito di legame con il territorio, dopo aver trattato temi caldi come il price cup sul gas approvato in questi giorni dal Parlamento europeo, le vittime e i danni economici provocati dalla guerra tra Russia e Ucraina, Tajani ha voluto soffermarsi proprio sulla Ciociaria che lo ha visto crescere, sulle sue ricchezze storiche, artistiche e culturali, annunciando che è allo studio del consiglio dei ministri «una legge in favore del "turismo delle radici" con i fondi del Pnrr che vada ad attrarre in modo particolare nei piccoli comuni segmenti turistici strutturati dagli italiani che negli scorsi anni sono emigrati all'estero. È un momento complicato – ha proseguito Tajani - ma il governo ce la sta mettendo tutta per dare risposte ai cittadini».

In una nota, il consigliere regionale Sara Battisti, ha detto: «Grazie a Beppe Incocciati per aver promosso e costruito questa iniziativa perché era giusto che questa città e questo territorio rendessero omaggio ad un uomo delle istituzioni che, in questo momento storico, ricopre un ruolo di cruciale importanza. Lo facciamo in una città - ha spiegato - che sta attraversando un momento di crisi e che, grazie al dialogo tra le istituzioni, può credere in una fase di rilancio. Abbiamo lavorato in questi anni per disegnare un modello di sviluppo turistico nuovo del quale Fiuggi deve essere perno. Al vicepremier Antonio Tajani chiedo quindi l'impegno di continuare a lavorare in questa direzione, nella convinzione che solo insieme, indipendentemente dal colore politico e dalle appartenenze, possiamo rendere più forte la nostra bella terra».