"Ti ammazzo, ti sparo, mando tutto a fuoco, tanto sono cinque litri di benzina, non sai con chi ti sei messa contro". Sarebbero queste alcune frasi pronunciate da un trentunenne di Ferentino nei confronti di una sessantenne, anche lei della città gigliata. Espressioni che hanno fatto finire sotto accusa l'uomo per minaccia.
Deve rispondere, inoltre, di danneggiamento, per aver rotto lo specchietto retrovisore esterno dell'auto della donna. L'uomo è finito a giudizio. Dovrà comparire davanti al giudice il prossimo 1° marzo nel tribunale di Frosinone. Il trentunenne è difeso dall'avvocato Mario Cellitti.

La ricostruzione
I fatti contestati al ferentinate risalgono al mese di luglio del 2021. Stando alle accuse ha minacciato di morte la sessantenne. In un episodio, sempre stando a quanto viene contestato all'uomo, si è avvicinato con una bottiglia di vetro all'auto della donna mentre percorreva la pubblica via e ha rotto lo specchietto retrovisore esterno.
Il ferentinate è stato, quindi, denunciato. Nei giorni scorsi ha ricevuto l'avviso della citazione a giudizio. Come detto dovrà comparire davanti al giudice del tribunale di Frosinone fra tre mesi. Per la sua difesa si è rivolto all'avvocato Cellitti. L'accuse sono di minaccia e danneggiamento.