I casi Covid registrano una battuta d'arresto prevedibile. I tamponi del giorno di festa portano, infatti, appena 72 positività sui numeri domenicali. In compenso si registrano 107 negativizzati, ma soprattutto una decisa riduzione del numero di ricoverati, scesi fino a 22, il minimo dall'inizio di ottobre. Non sono stati comunicati ulteriori decessi.

La giornata
I 72 casi di ieri portano il totale settimanale a quota 883 e dunque a una media di 176,60 nell'arco delle 24 ore. Negli ultimi sette giorni i contagiati sono 1.246 a 178 di media pe run meno 9,25% rispetto al periodo precedente. Ma ovviamente nel confronto pesa la doppia giornata di festa, tanto che, ultimamente, la differenza si stava decisamente assottigliando (-0,36% nel rapporto 3-9 dicembre con i sette giorni antecedenti). Il 2 dicembre, invece, segnava un meno 16,08%. Il 24 novembre era a meno 14,65%. Il 17 novembre il trend era positivo per un più 2,67%. Il 10 novembre era a 1,72% e il 3 novembre era a meno 17,27%, ma così come questa settimana anche allora le giornate di festa erano state due.
A dicembre si hanno fino a questo momento 1.656 positivi a 184 di media nell'arco delle 24 ore. Si tratta della media più bassa di tutto il 2022. Dicembre 2021, invece, era andato in archivio a 200,96 di media.

Gli altri numeri
Inevitabilmente anche l'incidenza per 100.000 abitanti segna un bel passo indietro e raggiunge i 261,22. Mai così in basso dai 259,75 del 17 settembre. Venerdì scorso, invece, l'incidenza era a 287,84, mentre l'ultimo venerdì di novembre era a 342,98. Andando più a ritroso il 18 novembre era a 324,52, l'11 novembre a 297,48 e il 4 novembre a 278,62. Ciò a dimostrazione che ci troviamo sul plateau con la curva dei contagi ha lievi oscillazioni, mantenendosi su una media compresa tra i 182 e i 230 contagi medi giornalieri per settimana.
Il tasso di positività scende al 13,74% sui livelli di lunedì, che era al 14,37%. Questa settimana viaggia al 16,58%, anche meglio del 17,34% della precedente.
Per quanto riguarda i ricoverati si assiste a una cospicua riduzione.

A fronte di nessun nuovo ingresso nelle ultime 24 ore, le persone attualmente ricoverate in ospedale con il Covid sono 22. E sono 9 in meno rispetto al giorno precedente, ma soprattutto sono più che dimezzate rispetto all'inizio del mese che ne aveva 48. Anzi, il dato di ieri è il più basso da ottobre, ovvero dai 20 ricoverati del 2 di quel mese. Se poi l'ultimo dato si confronto con gli 89 ricoverati del 17 novembre, il massimo dell'ultimo periodo, la differenza è notevole.
I negativizzati di giornata sono 107 con il totale settimanale che si porta a 1.048. Nella precedente settimana si erano negativizzate 1.710 persone.
Ovviamente il ponte festivo incide sul numero di tamponi effettuati, ieri 524 e 5.218 da lunedì. Nella precedente settimana i test effettuati sono stati 7.698 contro gli 8.420 di quella prima.

Il bollettino nazionale
Come ogni venerdì il ministero della Salute fa il punto della situazione del Covid in Italia. Questa la sintesi del monitoraggio. «L'incidenza di nuovi casi di infezione da Sars-CoV-2 in Italia è in lieve diminuzione rispetto alla scorsa settimana - si legge nel documento - Rimane contenuto l'impatto sugli ospedali ma con tassi di occupazione dei posti letto in aumento sia nelle aree mediche che in terapia intensiva».
Il ministero della salute «ribadisce la necessità di continuare ad adottare le misure comportamentali individuali e collettive previste e/o raccomandate, l'uso della mascherina, aerazione dei locali, igiene delle mani e ponendo attenzione alle situazioni di assembramento. L'elevata copertura vaccinale, il completamento dei cicli di vaccinazione ed il mantenimento di una elevata risposta immunitaria attraverso la dose di richiamo, con particolare riguardo alle categorie indicate dalle disposizioni ministeriali, rappresentano strumenti necessari a mitigare l'impatto clinico dell'epidemia».

L'incidenza in Italia scende da 386 a 375 per 100.000 abitanti. La fascia di età che registra il più alto tasso di incidenza settimanale per 100.000 abitanti è la fascia d'età over 90 con un'incidenza pari a 497 casi per 100.000 abitanti, in leggero aumento rispetto alla settimana precedente. In diminuzione l'incidenza settimanale in tutte le fasce di età sotto i 60 anni. L'età mediana alla diagnosi è di 54 anni, stabile rispetto alle settimane precedenti. Rt a 1,10, quello sui casi con ricovero a 0,99.

Il bollettino regionale
Nel Lazio su 1.291 tamponi molecolari e 5.549 tamponi antigenici per un totale di 6.840 tamponi, si registrano 1.366 nuovi casi positivi (-1.787) - informa l'assessore alla Sanità Alessio D'Amato - Ci sono 6 decessi (+3), 775 ricoverati (-18), 27 pazienti nelle terapie intensive (-2) e 2.291 guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 19,9%.