Una carambola mortale in autostrada, con una vittima, quattro feriti trasportati in ospedale, almeno una decina di mezzi coinvolti e diversi contusi.
A perdere la vita sul colpo ieri mattina nel tratto compreso tra Cassino e Pontecorvo - in direzione sud - è stato un militare: Francesco Satriano, 51 anni di Verona.

Inutili i soccorsi, che hanno prontamente raggiunto il punto in cui aveva avuto luogo l'impatto: la parte anteriore della vettura del cinquantenne era completamente incastrata sotto al mezzo pesante. Difficilissime le operazioni dei vigili del fuoco di Cassino per estrarre il corpo del militare, ormai privo di vita.
Ma a seguito del primo incidente, quello dall'esito mortale, complice anche una nebbia fittissima, si sono verificati altri incidenti, l'uno concatenato all'altro: almeno quattro quelli di maggior rilievo. Con una decina di mezzi coinvolti, quattro feriti trasportati in ospedale. E un numero imprecisato di contusi.

L'autostrada è rimasta letteralmente congelata: prima l'arrivo - insieme agli agenti della Sottosezione A1 di Cassino - di diverse ambulanze per prestare i primi soccorsi. Nello stesso tempo anche quello dei vigili del fuoco: la scena che si è presentata ai soccorritori è stata infernale. Una lunga serie di veicoli accartocciati e di feriti. E persone nel panico, a cui comunque prestare soccorso.

Affatto facili i rilievi affidati agli agenti cassinati della Sottosezione A1, agli ordini del dirigente Macarra: a loro spetterà il compito di ricostruire l'accaduto accertando in prima battuta le cause e le responsabilità dell'incidente mortale. Poi anche quelle degli altri tamponamenti a catena.
Le operazioni sono andate avanti per quasi quattro ore.