Polizia stradale di Cassino sotto organico. Un problema non nuovo ma che, a causa di mancati interventi e scelte non adeguate, rischia addirittura di peggiorare. Gianluca Quadrini scende in campo: bisogna rivolgersi al ministero dell'Interno. «Mi duole molto dover constatare che, nonostante gli appelli e le dimostrazioni di quanto il corpo di Polizia stradale versi in seria difficoltà, invece di mettere fine a questa problematica si faccia l'esatto contrario» afferma Quadrini, presidente del gruppo provinciale della Lega e delegato alle Politiche sulla Sicurezza Anci Lazio, a distanza di pochi giorni dalla questione sollevata ritorna al fianco della Polizia stradale che continua a fare i conti con la grave carenza di personale.

L'analisi
«Pochi giorni fa mi ero appellato ai nostri vertici provinciali - puntualizza Gianluca Quadrini - affinché gli uffici della Sezione stradale di Cassino non venissero indeboliti ulteriormente. Invece, apprendo che un'unità viene trasferita nella Sottosezione autostradale di Frosinone. A questo punto mi chiedo se ci si renda conto dell'importanza che questo organo ha per la sicurezza di tutti noi. E ancora se si è consapevoli che, nonostante sono anni che lottano contro la carenza di personale, i nostri poliziotti non hanno smesso mai di svolgere servizio con grande professionalità e spirito di sacrificio».

L'intento
«Mi viene da pensare che probabilmente non ci sia stato mai un tavolo per dialogare su questa problematica e capire quanto siano importanti gli agenti per il nostro Paese - sottolinea ancora - In qualità di delegato alle politiche della Sicurezza di Anci Lazio mi attiverò direttamente nelle sedi competenti del ministero dell'Interno affinché si possano sensibilizzare le istituzione verso questo problema. Mi appellerò di nuovo al buon senso, soprattutto a quel senso morale che deve distinguere le istituzioni nel proteggere e tutelare chi presta servizio nel nome del proprio territorio. Siamo una società che è sempre stata vicina alle forze dell'ordine - conclude Quadrini nella nota - mi auguro che nella nostra Provincia non si cambi questa legge».