«Vergognatevi»: le urla degli animalisti fuori dalla casa del ragazzo che si è reso protagonista del video in cui prendeva a calci un gatto. «Vergonatevi, gli animali non si toccano» e «Insegna a tuo figlio l'educazione» tra i tanti epiteti e frasi, anche più pesanti, all'indirizzo di una abitazione precisa a Piedimonte.

La situazione è apparsa talmente allarmante da rendere necessario l'arrivo di una pattuglia dei carabinieri. Feroce lo scontro con i genitori e la mamma che ha provato a difendere il figlio. Gli animalisti sono giunti da tutta Italia e hanno rincarato la dose. Solo dopo un po' di tempo la situazione è tornata alla normalità. Sulla vicenda che tanto scalpore mediatico ha provocato era intervenuto, nei giorni scorsi, anche il ministro Matteo Salvini.