Un "bottino" davvero ingente sottratto a chi non solo non rispetta la natura ma si macchia di veri e propri reati ambientali. L'iniziativa dell'associazione ambientalista Fare Verde e del Comune di Casalvieri insieme al Consorzio EcoTyre, ha ripulito da una montagna di pneumatici abbandonati uno degli angoli naturalistici più importanti e più affascinanti della Ciociaria: le Gole di Melfa. I volontari di Fare Verde e dei comuni di Casalvieri e di Arpino hanno raccolto un migliaio di pneumatici fuori uso, per circa otto tonnellate di materiale. Il Consorzio EcoTyre, con un camion, ha ritirato le gomme che saranno condotte all'impianto di trattamento più vicino, dove verranno opportunamente riciclati.

«Questa iniziativa, come le altre di raccolta straordinaria, sono utili a raccogliere gomme abbandonate ma soprattutto sono momenti di sensibilizzazione per la cittadinanza - ha commentato il presidente di EcoTyre, Enrico Ambrogio - Gli pneumatici a fine vita, infatti, vanno lasciati dai gommisti, il nostro lavoro è ritirarli e gestirli secondo le norme e nel rispetto dell'ambiente. Grazie a un progetto promosso da EcoTyre, "Da gomma a gomma", il polverino ricavato dal corretto recupero dei vecchi pneumatici può essere reimpiegato in una mescola reinserita in una nuova gomma: il settore pneumatici, in questo modo, può essere considerato un modello di economia circolare».

«Ringraziamo il Gruppo volontari di Casalvieri dell'associazione Prometeo, alcuni giovani volontari di Arpino, l'associazione Fare Verde e il Consorzio EcoTyre - ha aggiunto il sindaco di Casalvieri, Franco Moscone - per aver contribuito alla risoluzione di una problematica che riguardava una parte della strada provinciale 7 che collega Casalvieri con a Roccasecca, il Tracciolino, attraverso il recupero di pneumatici abbandonati da tempo lungo la scarpata sotto strada».

«Ancora una volta - hanno concluso Marco Belli e Manola Boccarossa, dirigenti nazionali di Fare Verde - insieme ai cittadini e al Consorzio EcoTyre siamo riusciti in una missione che pareva impossibile: raccogliere gli pneumatici fuori uso lungo le ripide scarpate del Tracciolino era stato sempre considerato un intervento difficilissimo ed estremamente oneroso. L'unione fa la forza e i volontari di Casalvieri e Arpino hanno dimostrato che nulla è impossibile. Ringraziamo il Consorzio EcoTyre che è sempre disponibile per questi interventi». La raccolta straordinaria rientra nel più ampio progetto di EcoTyre intitolato "Pfu Zero".