La lite era stata violenta, con calci, pugni e persino bastonate. Un diverbio tra due uomini di Anagni, 32 e 33 anni, a seguito del quale i litiganti sono stati raggiunti da un provvedimento di "Daspo urbano" disposto dal questore di Frosinone, Domenico Condello.
Per entrambi è scattato il divieto, valido per due anni, di frequentare nel territorio del comune di Anagni i locali di pubblico trattenimento, ristoranti, bar, caffetterie, gelaterie, pasticcerie e simili o anche solo stazionare nei loro pressi.

La misura, nota anche come "Daspo Willy", è stata emessa dopo una lite avvenuta lo scorso 6 ottobre nel parcheggio antistante un bar del centro storico di Anagni. I due avevano iniziato le loro ostilità all'interno del locale, aggredendosi a vicenda con calci e pugni. Dal bar si erano poi spostati all'esterno. Uno dei due, ad un certo punto, aveva anche minacciato l'altro con un bastone prelevato dalla propria automobile. Solo l'intervento della fidanzata di uno dei due aveva fatto placare gli animi.

Nell'istruttoria operata dalla Divisione anticrimine della questura di Frosinone sono stati presi in esame anche i filmati delle telecamere del locale all'interno del quale era iniziata la lite, ravvisando nella condotta dei due uomini una violenza tale da ritenere opportuna l'emissione del provvedimento.
E un altro uomo, di 50 anni, è stato arrestato dai carabinieri della Stazione di Anagni per reati connessi all'uso di bevande alcoliche. I militari hanno eseguito l'ordinanza di applicazione provvisoria della misura alternativa alla detenzione dovendo scontare cinque mesi di detenzione. All'uomo sono stati concessi i domiciliari.