Professione solenne di Fra Riccardo Maria Velo, 40 anni, originario di Napoli, e fra Anthony Sryan Romesh Maria Seimon, 54 anni, originario dello Lo Sri Lanka, nelle mani di dom Loreto Camilli, abate di Casamari. La celebrazione ieri mattina nell'abbazia di Casamari.
«È un momento di gioia per tutti noi, i nostri confratelli fra Riccardo e fra Romesh si consacreranno totalmente e per sempre a Dio nella vita monastica benedettina arricchita dal carisma cistercense - ha detto dom Loreto nell'omelia - La vita monastica è una risposta alla chiamata di Dio che suppone la capacità di partire per cercare Dio affidandosi al progetto che Egli ha su di noi. Chi intraprende la vita monastica deve lasciare il mondo e consegnarsi completamente al Signore per imparare a servirlo all'interno di un monastero, nella preghiera e nel lavoro e a cercarlo insieme con i fratelli nell'aiuto reciproco e nella carità vicendevole.

La vita monastica non è una scelta che si compie spinti esclusivamente dal desiderio della perfezione personale o dall'attrattiva per il silenzio, la solitudine o la bellezza della liturgia, ma una scelta che si compie sempre sotto l'impulso dello Spirito Santo, afferrati dall'amore per Cristo, in obbedienza alla volontà di Dio che invita alla sequela radicale abbandonando tutto il resto. Il monaco è un cristiano che, per puro dono di Dio, sa di essere personalmente e particolarmente amato da Dio. Abbracciare la vita monastica significa, in definitiva, accettare di intraprendere un cammino di conversione del cuore per arrivare a cercare unicamente Dio. La Vergine Santissima e i nostri santi monaci vi accompagnino, vi confortino e vi sostengano».