Il Questore di Frosinone, Domenico Condello, ha disposto nei confronti di un ventiseienne alatrense la misura prevista dalla Legge 48/2017, modificata dalla Legge 130/2020, più nota come "Daspo Willy".
Il provvedimento è stato emesso dopo che lo scorso 27 agosto, nel centro cittadino di Alatri, era avvenuta una violenta aggressione ai danni del titolare di un bar, aggredito senza motivo dal giovane che gli aveva pure scagliato contro uno sgabello.

L'uomo nella stessa serata si era già reso protagonista di comportamenti molesti e provocatori in altri locali del centro cittadino, spaventando con il suo comportamento anche i passanti, tra cui molti bambini, contro i quali aveva inveito in malo modo, tanto che sul posto era stato necessario richiedere l'intervento del personale della locale stazione dei carabinieri.
Nei confronti dell'uomo il Questore ha così deciso di emettere il divieto di stazionare nelle immediate vicinanze e di frequentare i pubblici esercizi, in cui viene effettuata la somministrazione di cibi e bevande, e i locali di trattenimento situati nel comune di Alatri, per un periodo di due anni.
Il provvedimento si inserisce nell'ambito della strategia adottata dalla polizia di Stato di Frosinone di non tollerare comportamenti che possono risultare pericolosi per l'ordine e la sicurezza pubblica.