Distributori rotti, gettati a terra. Qualche monetina persa per strada. Porta danneggiata. È quanto si è ritrovato ieri mattina, intorno alle 6, il custode che ha preso servizio nella direzione generale dell'Asl di Frosinone. Ignoti nella notte hanno fatto irruzione nella struttura prendendo di mira i distributori di bevande e snack.
La somma tra il danno e il furto ammonterebbe a circa 3.000 euro. Quello dell'altra notte non è il primo episodio nella struttura ospedaliera del capoluogo. Sull'accaduto indagano i carabinieri intervenuti sul posto.

La ricostruzione
Ignoti si sono intrufolati nella notte tra mercoledì e giovedì nell'atrio della direzione generale dell'Asl di Frosinone dove si trovano i distributori. Proprio i distributori sono stati presi di mira. Distrutti e scaraventati a terra. Portate via le monete custodite all'interno. Pavimento completamente sporcato e stanza a soqquadro. È lo scenario apparso ieri mattina al custode e ai dipendenti arrivati per prendere servizio. A quel punto non è rimasto altro da fare che contattare i carabinieri. Sul posto sono arrivati i militari che hanno avviato subito le indagini per cercare di dare un nome e un volto ai responsabili.

I precedenti
Quello di ieri è stato solo l'ultimo dei diversi raid a segno nella struttura ospedaliera sempre ai danni dei distributori di bevande e snack. Diversi si sono registrati lo scorso anno e negli ultimi mesi. Danni ingenti per il titolare dell'azienda delle macchinette. lo scorso anno, addirittura, in una settimana sono stati rotti 30 apparecchi per 25.000 euro di danni. Veniva utilizzato anche un frullino per divellere le barre d'acciaio poste a protezione degli apparecchi.
Le forze dell'ordine sono riusciti a individuare alcuni uomini accusati dei raid. Uno di loro è stato anche arrestato.
L'altra notte un nuovo colpo, sempre ai danni dei distributori in azione nella direzione generale dell'Asl.
Indagini a tutto campo dei carabinieri.