Dedicato al ricordo e alla figura di Serena Mollicone il consiglio comunale convocato, in sessione straordinaria, dalla presidente Barbara Battista, per domani alle ore 16 e, in seconda convocazione, per sabato 19 novembre alle ore 21. I lavori della pubblica assise saranno ripresi, in diretta streaming, con l'assistenza dei tecnici Vittorio Casciano e Francesco Marra. Il primo argomento all'ordine del giorno prevede la discussione e l'approvazione del progetto "Parco Serena Mollicone" con dichiarazione di pubblica utilità. Il piano di lavoro, redatto dall'ingegner Alessandro Bianchi, riguarda la bonifica dello spazio con la messa in sicurezza della zona, anche con sistemazione di due panchine.

Il luogo da riqualificare si trova a lato della SR 82 "Valle del Liri" in territorio di Fontana Liri. L'assemblea consiliare poi sarà chiamata ad approvare il conferimento della cittadinanza onoraria post mortem a Serena Mollicone, alla presenza della sorella Consuelo e dello zio Antonio. È sicuramente un segno tangibile di vicinanza alla sfortunata ragazza e alla famiglia che, dopo oltre venti anni, ancora non conosce il volto dell'assassino. Alcuni giorni orsono, a dimostrazione dell'affetto che lega i giovani fontanesi a Serena, è apparso, nella piazza del mercato, uno striscione con la scritta: "Il tempo passa, il ricordo resta. Serena vive".

Al consiglio comunale parteciperanno le massime autorità tra cui il Prefetto di Frosinone e il Procuratore della Repubblica di Cassino e i familiari di Serena. Spiega il sindaco Gianpio Sarracco: «Il tragico evento accaduto a Serena Mollicone ha colpito profondamente il nostro territorio, fu ritrovata proprio dai volontari della protezione civile Santa Barbara nel nostro comune. Abbiamo deciso come amministrazione, in accordo con i familiari, di voler conferire la cittadinanza onoraria post mortem a Serena in memoria di una giovane vita spezzata brutalmente con la speranza che in appello possa essere fatta luce su questa triste ed oscura vicenda».