È allarme sicurezza a Esperia dopo gli ultimi e reiterati furti avvenuti a danno di famiglie e aziende. La caserma dei Carabinieri è momentaneamente chiusa per lavori. E il sindaco Giuseppe Villani scrive al Prefetto di Frosinone.
«Il mio ruolo mi impone di richiamare la sua attenzione su quanto sta accadendo nel territorio di Esperia negli ultimi mesi relativamente alla sicurezza e all'ordine pubblico», ha spiegato, precisando le tre direttrici in cui intende muoversi l'amministrazione comunale: la realizzazione della nuova caserma dei carabinieri, l'implementazione di soluzioni di controllo e vigilanza, a partire dall'impiego della polizia locale e dall'attivazione di sistemi per la videosorveglianza e naturalmente il potenziamento del numero di forze dell'ordine presenti sul territorio.

«Innanzitutto aumentare il numero dei Carabinieri in servizio a Esperia, i quali, stanno svolgendo un lavoro prezioso», riconosce il primo cittadino.
«Le tante famiglie e aziende, a cui va la solidarietà e vicinanza di tutta l'amministrazione comunale, che ancora in queste ultime settimane hanno subito furti e violazioni della proprietà privata sono il segno che gli episodi criminosi sul nostro territorio hanno una frequenza preoccupante – ha scritto Villani nella lettera inviata al Palazzo della Prefettura - Tuttavia, nonostante l'elevato numero di episodi criminosi, negli ultimi anni si è registrata una diminuzione del numero di Carabinieri in servizio sul territorio rispetto a quelli assegnati da pianta organica. Orbene, corre l'obbligo di evidenziare che il Comune di Esperia è il terzo Comune della Provincia di Frosinone in termini di estensione territoriale, pur essendo un Comune di piccole dimensioni demografiche; pertanto, per assicurare una sorveglianza reale è necessario un numero di forze dell'ordine sicuramente superiore a quello previsto».

Non è la prima volta che il sindaco si rivolge agli enti sovracomunali: «Le ampie e ripetute sollecitazioni dell'Amministrazione, che mi onoro di rappresentare, alle istituzioni competenti non hanno fin qui avuto un riscontro positivo – denuncia - Il tema del potenziamento del numero effettivo di Carabinieri sul territorio è legato anche alla momentanea chiusura della Stazione dei Carabinieri di Esperia. Attualmente è presente, in modo provvisorio, un piccolo presidio presso la nostra sede comunale con orario d'ufficio ridotto».

Da qui la richiesta: «Come già chiesto ripetutamente, al fine di garantire il diritto alla sicurezza e all'incolumità dei cittadini della collettività di Esperia, serve urgentemente l'aumento dell'organico per consentire un pattugliamento più capillare e continuativo in tutte le zone del territorio comunale, rispetto a quanto accade oggi».
Dal canto suo, il Comune si impegna a perseguire la realizzazione della nuova caserma, «iter che ha subito vari rallentamenti a causa della pandemia e dei vari adempimenti amministrativi richiesti dall'ultimazione della pratica edilizia», racconta Villani.
«I cittadini si aspettano risposte concrete da tutte le istituzioni – ha inoltre ribadito – Chiedo al Prefetto di intervenire in collaborazione con le forze dell'ordine, che già stanno lodevolmente prodigandosi per contrastare le varie forme di criminalità, pur nella ristrettezza di uomini e mezzi».