Ore 11.40, Albino Ruberti lascia il tribunale di Frosinone. Passo svelto e cellulare in mano. Parla al telefono, ma qualcuno lo riconosce ugualmente. È stato appena sentito dalla procura di Frosinone che indaga sulla famosa lite di giugno al centro storico, quella del video che ha fatto il giro d'Italia con il sindaco di Giuliano di Roma Adriano Lampazzi e i fratelli Francesco e Vladimiro De Angelis. Con loro ormai pace è fatta come dimostrano le foto dell'altro giorno alla presentazione della candidatura alle regionali di Sara Battisti, compagna di Ruberti. In quell'occasione erano stati tutti sorrisi e pacche sulle spalle.

Tuttavia, la procura di Frosinone, che indaga con il sostituto Adolfo Coletta, ha voluto vedere chiaro fino in fondo sulla vicenda del video, costato le dimissioni da capo di gabinetto al Comune di Roma a Ruberti.

Articolo integrale sull'edizione di Ciociaria Oggi in edicola o in edicola digitale