Una riunione tecnica per studiare una nuova viabilità in centro storico in vista dell'apertura del cantiere di bonifica e riqualificazione dei Piloni e di largo Turriziani.
A convocare il vertice è stato l'assessore ai lavori pubblici Angelo Retrosi che, per lunedì prossimo alle 16.30 a palazzo Munari, ha invitato il sindaco Riccardo Mastrangeli, i colleghi di giunta Danilo Magliocchetti (centro storico), Maria Rosaria Rotondi (viabilità), Antonio Scaccia (mobilità) e Valentina Sementilli (commercio) e i dirigenti e funzionari dei settori coinvolti.

L'obiettivo è quello di definire un assetto per il transito dei veicoli tale da limitare, quanto più possibile, i disagi per la cittadinanza, considerato che i cantieri insisteranno su una zona nevralgica della città di passaggio e di collegamento per chi deve recarsi nella zona bassa e viceversa e che nel quadrilatero dove si svolgeranno i lavori ci sono uffici comunali, il teatro "Nestor", il cantiere del teatro delle Vittorie, una sede distaccata del liceo scientifico a piazza VI dicembre e diverse attività commerciali.

Complessivamente sono due i milioni che saranno investiti nei due progetti. Ad occuparsi degli interventi sarà le ditte "Amato Costruzioni" di San Vittore del Lazio e "NG Genio Civile srl"di Acquaviva d'Isernia , ognuna per i progetti di propria competenza in base agli appalti aggiudicati, che procederanno alla bonifica e al restauro conservativo delle arcate storiche dei Piloni e alla riqualificazione di largo Turriziani, realizzando una piazza pavimentata con materiali di pregio di oltre tremila metri quadri di estensione, che costituiranno il salotto e la terrazza della parte alta della città. Sotto le arcate, completamente rinnovate, saranno ospitate attività artigiane, spazi di coworking e altro. Sulla base della stima effettuata dai tecnici, occorrerà circa un anno di lavoro per portare a compimento tutte le opere previste nei progetti.