Estorsione aggravata e lesioni personali aggravate nei confronti di un meccanico nel sorano: arrestate quattro persone. L'uomo svolgeva la sua attività commerciale, con regolare contratto d'affitto, in un locale di uno degli indagati. 

Il proprietario dell'immobile, incensurato, volendo ingrandire la propria azienda e quindi riacquisire il locale in tempi brevissimi, non potendosi appellare ad alcuna morosità della vittima o mancanze contrattuali, ha deciso di intraprendere la strada dell'intimidazione. Ha organizzato dunque una vera e propria spedizione punitiva nei confronti del meccanico servendosi di due esecutori, due fratelli con precedenti di polizia, armati di bastoni. L'uomo per le ferite riportate ha riportato diverse ferite con una prognosi di 30 giorni. 

Inoltre, per rendere più "convincente" l'aggressione, il mandante ha coinvolto anche un elemento di spicco della criminalità sorana, appartenente alla comunità rom, che ha rivolto minacce all'uomo. Nei confronti del proprietario del locale è stata disposta la misura cautelare degli arresti domiciliari. Per i due esecutori, invece, la custodia in carcere. Infine, per l'appartenente alla comunità rom è stata applicata la misura cautelare del divieto di dimora nei Comuni di Arpino, Sora e Isola del Liri. 

Quattro arresti all'alba. Intensa operazione della polizia di Stato dal tardo pomeriggio di ieri a Sora. Controlli straordinari in attività e abitazioni private. Questa mattina risveglio con sirene e lampeggianti.

di: Ecp