Droga, scatta un arresto. I carabinieri hanno bloccato P.M. 29 anni al quale hanno contestato il possesso di 10 dosi di crack, 65 hashish e 45 di marijuana.
L'uomo, difeso, dall'avvocato Tony Ceccarelli, è comparso davanti al giudice. Arresti convalidati con revoca dei domiciliari e obbligo di firma. Singolare la circostanza evidenziata in udienza ovvero il fatto che i carabinieri i cui uffici sono sottostanti all'appartamento ove vive il giovane non hanno mai notato nulla di strano fino a quando non è loro giunta la dichiarazione di una fonte confidenziale. La difesa ha fatto leva sulla circostanza che le telecamere presenti nell'area non hanno ripreso nulla che potesse compromettere la posizione del giovane. Peraltro la perquisizione negativa dell'auto vettura dimostra, secondo la difesa, come lo stupefacente sequestrato in casa fosse destinato al consumo personale.