«La pace è un valore da coltivare e preservare. Viva le forze armate e viva l'Italia». Così scrive il presidente della Repubblica Sergio Mattarella nel messaggio inviato e letto alla Villa Comunale in occasione del giorno dell'unità nazionale e la giornata delle forze armate.

Nel piazzale c'erano tutte le forze armate, di polizia, vigili del fuoco, soccorso alpino e croce rossa. La cerimonia, in mattinata, è iniziata con gli onori al prefetto della provincia di Frosinone, Ernesto Liguori e al comandante del presidio militare di Frosinone, Marco Boveri; seguita da un momento di lettura dei messaggi inviati dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella e dal ministro della difesa, Guido Crosetto. Un momento dedicato ai caduti di guerra con la benedizione della corona da parte del vescovo monsignor Ambrogio Spreafico.

Nel corso della cerimonia è stata consegnata la medaglia d'argento al merito civile al Comune di Santopadre. Il territorio fu coinvolto dal 1943 al 1945 in operazioni militari da parte delle truppe tedesche. La popolazione si distinse per l'impegno nella resistenza. Consegnate onorificenze "Al merito della Repubblica italiana" anche alla dottoressa Maria Gabriella Calenda, al colonnello Alfonso Pannone, comandante provinciale dei carabinieri, al colonnello Francesco De Gasperis e a Giuseppina Prili.