Morì travolto dal fango mentre con l'auto percorreva la strada vicinale Sant'Agata di Paliano a ottobre del 2015. Per il decesso del meccanico dell'Atac, Giorgio Padovani, 41 anni, che abitava a Fiuggi, è finito a processo il responsabile del servizio lavori pubblici e manutenzione del Comune di Paliano, Enzo Paolo Carola.

Il sessantaquattrenne è difeso dall'avvocato Mario Di Sora. Nell'udienza di ieri il pm ha chiesto 7 mesi di reclusione per l'imputato.
L'avvocato di parte civile Alviani ha chiesto la condanna e il risarcimento, mentre l'avvocato Canali per il Comune di Paliano come responsabile civile ha chiesto l'assoluzione dell'imputato in quanto responsabile dell'Ufficio tecnico comunale.
Il giudice dottoressa Silvia Fonte-Basso ha rinviato per l'arringa dell'avvocato Di Sora al prossimo 16 novembre.

La ricostruzione
A Enzo Paolo Carola, all'epoca dei fatti responsabile del servizio lavori pubblici e manutenzione del Comune di Paliano, è contestato l'omicidio colposo per non aver impedito, in conseguenza di fortissime precipitazioni, il 14 ottobre 2015, il verificarsi di due frane che travolsero l'auto nella quale si trovava Padovani. Quest'ultimo viaggiava con altre due persone, ma fu l'unico a non riuscire a mettersi in salvo, morendo poi per asfissia.
Immediatamente scattarono le indagini dei carabinieri che acquisirono la documentazione in municipio, la Procura nel frattempo aveva anche nominato due consulenti tecnici, due geologi, per ricostruire e chiarire da un punto di vista più strettamente tecnico quanto accaduto. Il punto da chiarire: se l'area già in passato era stata oggetto di movimenti franosi e quindi se il proprietario del terreno e il Comune, per quanto di propria competenza, avrebbero dovuto metterla in sicurezza.