Castagne e noci per tutti, ma soprattutto una giornata rivolta al sociale. È stata questa l'iniziativa messa in campo dagli ospiti della struttura "Le residenze di Esper" in prima linea per l'assistenza a soggetti psichiatrici stabilizzati affetti da disagio psichico e comportamentale, in grado di fornire servizi socio-sanitari, socio-assistenziali e socio-riabilitativi per mezzo di progetti personalizzati mirati al mantenimento e miglioramento della qualità di vita e del benessere psico-fisico favorendo così l'autonomia e il reinserimento sociale.

La giornata è stata vissuta da tutti i presenti con forte emozione, uno stand allestito con sacchetti di noci e di castagne, i frutti del territorio, raccolte direttamente dagli ospiti. Sono state tantissime le persone che hanno fatto visita agli amici di Esper, anche l'amministrazione comunale con il vicesindaco Marilena Tucciarelli, l'assessore al turismo e servizi sociali Simona Girolami, l'assessore ai lavori pubblici e decoro Marco Fiorini e il consigliere di maggioranza con delega alla pubblica istruzione e ai finanziamenti Gianluca Ludovici. Gli ospiti della residenza di Esper hanno interagito con le persone spiegando loro la finalità della giornata e raccontando aneddoti ed episodi allegri.

La responsabile della struttura Simona Bianchini ha organizzato uno stand molto apprezzato. «Bellissima iniziativa – ha sottolineato il vicesindaco Tucciarelli – soprattutto per i nostri amici che hanno avuto modo di confrontarsi e interagire con le tante persone che hanno fatto visita allo stand». Molto soddisfatta l'assessore Girolami sulla sua pagina social ha sottolineato una frase di Albert Camus: "Essere diversi non è una cosa né buona né cattiva, significa semplicemente che sei abbastanza coraggioso da essere te stesso".