Trentadue anni di attività in Brasile e sessanta di professione religiosa. Traguardi celebrati prima del suo rientro in Italia dove ricoprirà l'incarico di Vicaria nel monastero anagnino delle suore Cistercensi che ha sede nel Palazzo Bonifacio VIII.
Suor Carmela Rostirolla è stata salutata domenica scorsa dalla comunità di Claraval, nello stato brasiliano del Minas Gerais, con una celebrazione eucaristica presieduta dal priore del monastero, padre William, e concelebrata con padre André e padre Norival della città di Ibiraci.

Durante la messa suor Carmela ha rinnovato i suoi voti di ordinazione, alla presenza del sindaco Luiz Gonzaga Cintra, e ha ricevuto omaggi da autorità comunali e religiose e rappresentanti della comunità al termine dei 32 anni trascorsi in Brasile come madre superiora delle suore Cistercensi di Claraval.
Suor Carmela è stata l'ultima delle sorelle Cistercensi che sono arrivate da Anagni a Claraval e la comunità brasiliana ha fatto sentire la sua gratitudine per quanto fatto in questo lungo periodo a favore della gente del posto. E lo ha fatto con doni, abbracci e commozione.
La presenza delle suore Cistercesi a Claraval risale ad agosto del 1990. Con suor Carmela Rostirolla, c'erano suor Daniela Zaninelo e suor Bertilla Di Bari. Accompagnate dalla Madre generale suor Antonietta Gaeta e suor Cecilia, rientrate in Italia qualche mese dopo.

Una missione, la loro, in nome della fondatrice Madre Claudia De Angelis della Croce al quale è stato intitolato nel 1994 l'asilo nido, attuale "Centro comunale di educazione infantile sorella Claudia da Croce" che ospita cento bambini. Una struttura indispensabile per le famiglie del posto, realizzata grazie all'impegno delle suore Cistercensi e alle donazioni di alcuni benefattori italiani.
«Le sorelle Cistercensi, fin dal loro arrivo – ha spiegato la Prefeitura de Claraval in occasione della partenza di suor Carmela per Anagni - sviluppano lavori sociali di rilevanza per la comunità, si dedica all'educazione cristiana della gioventù attraverso la catechesi, alla crescita umana e spirituale di persone di età e condizioni sociali diverse, ma soprattutto i meno favoriti». Nei giorni scorsi suor Carmela è rientrata ad Anagni, accolta dalle consorelle del convento guidato dalla Madre generale Patrizia Piva.