Caos e disagi nella giornata di ieri al cimitero di Alatri, come tutti pieno di gente visto il periodo della commemorazione dei defunti.
Dopo aver emanato un'ordinanza per chiudere la strada di accesso al cimitero, nel pomeriggio di ieri l'amministrazione comunale si è vista costretta a revocare il divieto di transito e a riaprire la via al traffico veicolare a causa delle tante difficoltà emerse, soprattutto la viabilità in tilt a ridosso della strada chiusa e i disagi delle persone impossibilitate a raggiungere il camposanto a piedi.

Tutto tra le proteste dei cittadini e le critiche della minoranza. Il capogruppo consiliare del Partito democratico, Fabio Di Fabio, dopo la riapertura della strada ha postato sul suo profilo Facebook: «Gestione del cimitero, nelle festività di Ognissanti e ricorrenza dei defunti, da parte dell'amministrazione comunale: un dilettantismo inaudito.
Chiusura della strada di accesso, senza offrire il servizio di navetta (utile a tutti ma indispensabile per persone anziane o con disabilità), disagio per molti, proteste e, infine, retrofront con riapertura della strada. Mai vista una cosa simile».

Poco prima il vicesindaco Roberto Addesse aveva comunicato sempre via social: «A seguito delle criticità emerse nella mattinata in conseguenza del notevole afflusso di persone per la celebrazione dei defunti presso il cimitero comunale, il comando di Polizia locale ha disposto la revoca del divieto di transito in via del cimitero per il pomeriggio.
In caso di problemi alla circolazione sarà disposto un divieto temporaneo dagli agenti sul posto. Ci scusiamo per i disagi».