Chef ciociaro, di 33 anni, dipendente di un lussuoso albergo a Madonna di Campiglio, è stato indagato per stalking e violenza sessuale dalla Procura della Repubblica di Bolzano. Ieri mattina è scattata la perquisizione nell'abitazione del frusinate, probabilmente alla ricerca di materiale in ordine alla pesantissima accusa.
Massima riservatezza sulle generalità della persona offesa, non si sa se si tratti di una cliente, di una collega di lavoro o di persona che aveva conosciuto a Madonna di Campiglio e con cui ha avuto una storia sentimentale. Alle prime luce di ieri la perquisizione sul cui esito vige il massimo riserbo. Il trentatreenne verrà interrogato nei prossimi giorni dall'autorità di Bolzano che sta indagando sul gravissimo caso. L'interrogatorio nasce dalla pronta e decisiva mossa del difensore di fiducia, l'avvocato Giampiero Vellucci. Mossa che l'avvocato ha adottato nei confronti del suo assistito per prevenire possibili provvedimenti restrittivi, ma soprattutto perché lo chef si ritiene vittima di una vendetta di natura sentimentale.

La ricostruzione
Il frusinate, che è tornato a Frosinone per un periodo di riposo prima della stagione invernale, è stato, dunque, raggiunto ieri mattina dall'ordinanza di perquisizione nella sua abitazione del capoluogo. Sull'esito dell'attività, come detto, vige il massimo riserbo. Come non è dato sapere se la parte offesa sia una donna con cui aveva avuto una relazione, una cliente o una collega di lavoro.

L'interrogatorio
Il suo difensore di fiducia, l'avvocato Giampiero Vellucci, ha formalizzato la richiesta urgente di interrogatorio, ovviamente finalizzata a prevenire eventuali provvedimenti restrittivi e soprattutto per proclamare sin da ora l'innocenza del suo assistito.
Lo chef, che ha studiato nell'istituto alberghiero, ha svolto molti stage e lavorato nel tempo in importanti e lussuose strutture, respinge ogni accusa sostenendo di essere lui la vittima di una vendetta di natura sentimentale. L'uomo è indagato per i reati di stalking e violenza sessuale che si sarebbero consumati, stando alle accuse che gli vengono contestate, quando si trovava a Madonna di Campiglio.