L'esordio in terra verolana del Budivelnyk Kiev si è concluso con una sconfitta che certo non ha rovinato la festa dei tanti tifosi accorsi per sostenere la squadra ucraina per il secondo match nel gruppo F della Fiba Europe Cup.
Se infatti il Kalev Cramo ha portato a casa la partita, il team di Kiev ha fatto il pieno di applausi e sostegno degli spettatori, gli stessi già pronti ad accompagnarlo per questi mesi della competizione internazionale.
Una gara giocata punto su punto, colorata da striscioni di incoraggiamento e sventolanti bandiere giallo blu.
Il Palacoccia di Veroli, tempio del basket, ha accolto con tutto il suo calore e un'importante presenza di pubblico il club ucraino che disputerà proprio nel palazzetto ernico le partite "in casa" dell'Europe Cup.

Con una guerra in patria, la necessità di trovare ospitalità oltre confine; così grazie al sostegno della Stella Azzurra, fautrice del sodalizio, il team disputerà in terra ciociara le competizioni internazionali. Oltre alla Fiba Europe Cup giocherà la Balkan League con squadre dell'Europa dell'est e israeliane.
Una catena di solidarietà salda, rigorosamente gialla e blu affidata simbolicamente mercoledì sera alle mani dei piccoli cestisti verolani che hanno rappresentato l'animo di un popolo intero.
Tra gli spalti poi tifosi d'eccezione, i 18 ucraini che sono giunti nella cittadina ernica poco dopo lo scoppio del conflitto.

«Veroli ci ha accolto mesi fa, facendoci sentire subito parte di una comunità - con commozione ed orgoglio hanno così commentato l'evento i tifosi ucraini tra cui tanti bambini - Vedere i colori della nostra bandiera e i nostri giocatori in campo ci rende fieri e siamo felici di poterli sostenere».
Una terra lontana chilometri, che grazie alla palla a spicchi ha accorciato le distanze e profuma un po' come aria di casa.
Il respiro internazionale dello sport, che tra un match e l'altro vince in solidarietà.
Il parquet verolano sarà nuovamente teatro di una partita importante il 2 novembre alle 20.30, quando il Budivelnyk incontrerà il Brindisi, con cui ha già incassato una vittoria.