Con lo scambio delle maglie e uno sguardo malinconico gettato dalla terrazza comunale verso il campanile della Chiesa di San Michele Arcangelo, patrono di Kiev, si è ufficializzato il sodalizio tra Veroli e la squadra di basket ucraina Bc Budivelnjk kjlv. Il sindaco Simone Cretaro ha accolto nell'aula consiliare i rappresentanti del team che mercoledì pomeriggio ha disputato un'importante partita contro la squadra estone Bc Kalev/Cramo, nel campionato Fiba Europe Cup. Con Cretaro, ad accogliere la squadra c'erano l'assessore allo sport Patrizia Viglianti e il consigliere Germano Caperna, insieme ai rappresentanti della Stella Azzurra Roma e della Pallacanestro Veroli 2016.

«Siamo impressionati dalla bellezza del vostro palasport - ha dichiarato il coach della formazione ucraina - speriamo di tornare presto ad allenarci e a giocare qui». «Abbiamo sentito il calore del tifo italiano in questi mesi in cui abbiamo giocato lontano dalla nostra terra - hanno affermato i giocatori - Speriamo che il pubblico verolano ci sostenga in tutte le partite che giocheremo qui».

«La città si è sempre caratterizzata per uno spirito di accoglienza nei confronti delle popolazioni in difficoltà - ha rimarcato il sindaco Cretaro - Siamo orgogliosi di ospitare una squadra così importante nella nostra bella struttura del PalaCoccia. Questa occasione è motivo di soddisfazione perché oggi la passione del basket incontra la possibilità di sostenervi in questo difficile momento. Ringrazio la Stella Azzurra, fautrice di questa iniziativa, e Giorgio Fiorini della nostra squadra di basket».

«Lo scopo della squadra non è solo vincere ma anche portare in alto il nome di Veroli e della nostra città - ha affermato il general manager della Bc Budivelnjk kjlv - vogliamo informare i cittadini italiani della situazione ucraina, vogliamo essere una testimonianza vivente di quello che avviene».

«Come assessore allo sport sono orgogliosa - ha aggiunto Patrizia Viglianti - È motivo di grande soddisfazione per me vedere con quanta generosità i verolani abbiano risposto. Ringrazio quanti hanno contribuito ad una iniziativa che lancerà il nostro PalaCoccia nel mondo delle competizioni internazionali».