Frosinone-Bari una partita pericolosa. Così l'ha giudicata l'Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive.
La gara del campionato di calcio di serie B, prevista allo stadio Stirpe sabato alle ore 14, necessita di un'attenzione particolare a causa della rivalità tra le due tifoserie e, in modo particolare, i disordini provocati dai tifosi pugliesi sull'autostrada subito dopo esser entrati dal casello di Frosinone al momento di ritornare a casa, il 13 settembre 2014.

Per l'incontro «caratterizzato da elevati profili di rischio, si suggerisce l'adozione, in sede di Gos, delle seguenti misure organizzative - ha scritto l'Osservatorio - vendita dei tagliandi per i residenti nella regione Puglia esclusivamente per il settore ospiti; impiego di un adeguato numero di steward; rafforzamento dei servizi, anche nelle attività di prefiltraggio e filtraggio, come previsto da specifiche disposizioni di settore».

La questura di Frosinone fu la prima ad applicare il daspo di gruppo proprio dopo un Frosinone-Bari, quando un nutrito gruppo di pugliesi riuscì a fermare un pullman sulla rampa dell'autostrada. Così facendo furono invase le corsie dell'A1 con breve sospensione del traffico. Un'auto che transitava su una via parallela fu presa di mira e, per poco, a causa di un fumogeno, non andò a fuoco.