Studio medico senza autorizzazione, disposta la chiusura.
I carabinieri del Nas di Latina, competenti per territorio anche in provincia di Frosinone, hanno richiesto l'immediata cessazione dell'esercizio e la chiusura della struttura, un poliambulatorio di odontoiatria con sede nella parte alta del capoluogo. E il Comune di Frosinone ha disposto l'ordinanza di chiusura.
L'intervento rientra nei controlli periodici che i carabinieri del comando per la tutela della salute di Latina, diretti dal comandante Felice Egidio, svolgono per verificare il rispetto di tutti i requisiti di legge per lo svolgimento delle professioni sanitarie.

Nell'ambito di tali ispezioni, svolte pure nel comune di Frosinone, i militari dell'Arma hanno contestato l'assenza della prescritta autorizzazione all'esercizio dell'attività svolta. A seguito di ciò è stata istruita la pratica finalizzata alla chiusura del poliambulatorio. Pertanto, al legale rappresentante del centro, un frusinate di 42 anni, è stata comunicata la cessazione dell'esercizio dell'attività di struttura socio sanitaria e ordinata l'immediata chiusura del centro. Al provvedimento di fermo conseguono poi le sanzioni previste dalla normativa vigente, di circa 12.000 euro.
C'è massima attenzione, da sempre, da parte del Nas nel settore degli studi odontoiatrici per garantire la sicurezza e la salute del cittadino e per reprimere qualsiasi abuso della professione. Peraltro, i controlli del Nas che, anche durante il periodo della pandemia, sono proseguiti in questo come negli altri settori di competenza.