L'anno scolastico ha preso il via ormai da quasi un mese, ma molte cattedre sono ancora scoperte. Le assegnazioni delle supplenze sono nel caos a causa dell'algoritmo impazzito. La misura è colma. Il software ha gettato nel caos tanti docenti, molti sono stati scavalcati da colleghi con punteggi inferiori o erroneamente considerati rinunciatari oppure assegnati a posti inesistenti. Anche il bollettino di giovedì scorso non è riuscito a risolvere la situazione, anzi. I docenti sono ancora più esasperati.

Le organizzazioni sindacali FLCGIL, CISL, UIL, SNALS e FGU di Frosinone, in rappresentanza dei tantissimi docenti della provincia di Frosinone ancora in attesa di una supplenza da GAE o GPS, denunciano «la non correttezza delle procedure di assegnazione delle proposte di contratto a tempo determinato al personale docente da parte dell'Atp di Frosinone tramite procedura informatizzata INS». Per far sentire in modo corale la voce indignata degli aspiranti docenti a tempo determinato, hanno organizzato un presidio per mercoledì prossimo alle ore 15 davanti all'ufficio scolastico di Frosinone.

«Le operazioni stanno procedendo con forte ritardo rispetto all'inizio dell'anno scolastico - scrivono in una nota congiunta i sindacati - con rilevante nocumento economico per gli aspiranti docenti e danno didattico per gli alunni, e sono sempre più caratterizzate da evidenti errori generalizzati, ancor più palesi all'esito dell'ultimo bollettino pubblicato il 6 ottobre. Già il primo del 16 settembre, aveva evidenziato diffusi errori, in parte dovuti anche a supplenze assegnate su posti che non dovevano essere disponibili poiché congelati per successivi ruoli, o a posti assegnati a docenti di ruolo che non ne avevano titolo; tant'è che l'Atp di Frosinone ha dovuto in diversi casi operare rettifiche puntuali, con "aggiustamenti" che non sempre hanno rispettato i diritti di graduatoria. Inoltre vi sono stati evidenti errori di sistema, ai quali raramente l'Atp è riuscito a porre rimedio a posteriori con rettifiche puntuali, in particolare riguardo la diffusa casistica di docenti scavalcati in graduatoria poiché avevano utilizzato nella domanda per la scelta delle supplenze, delle preferenze "sintetiche" rispetto a quelle "analitiche"».

Caos anche nell'ultimo bollettino di giovedì. «Molti posti disponibili in diverse classi di concorso precedentemente pubblicati sempre dall'Atp di Frosinone non sono stati assegnati, senza alcuna plausibile motivazione. Continuano inoltre ad essere assegnate in diversi casi, con criteri non condivisibili, supplenze a docenti "presumibilmente" titolari di precedenza di riserva, non tenendo conto delle priorità di graduatoria legate ai titoli di accesso; questione particolarmente grave riguardo i posti di sostegno, su diversi dei quali sono stati assegnati docenti presumibilmente riservisti senza specializzazione a scapito di tanti docenti specializzati ancora rimasti senza supplenza».

I sindacati invitano «tutti i docenti, a partire dai tanti supplenti danneggiati da questo iniquo sistema, ad unirsi alla protesta, per richiedere con fermezza all'Amministrazione di attivarsi immediatamente per una revisione complessiva delle operazioni effettuate, soprattutto in riferimento all'esito dell'ultimo bollettino pubblicato; oltre che per richiedere convintamente per il futuro una completa rivisitazione delle modalità di assegnazione delle supplenze, tramite procedure che possano effettivamente garantire operazioni trasparenti e corrette».