Passo indietro per la viabilità a De Matthaeis. Un esperimento durato due settimane ma che non ha portato ai risultati sperati. L'obiettivo era quello di rendere più fluida la circolazione e snellire il traffico.

L'ordinanza prevedeva per chi veniva da via Tiburtina e intendeva dirigersi su via Mària, giunto alla prima rotonda di De Matthaeis, non poteva più girare a sinistra in direzione Veroli o andare dritto verso viale Roma. Doveva svoltare obbligatoriamente a destra, affrontare la seconda rotatoria, all'intersezione con via Aldo Moro, tornare indietro e poi proseguire dritto verso via Mària (oppure svoltare a sinistra se doveva salire verso Frosinone alta). L'altra novità riguardava gli automobilisti che arrivavano da via Mària. In quel caso non potevano più girare a sinistra alla prima rotonda per viale Roma, ma dovevano attraversare l'incrocio entrando nella seconda rotatoria e da lì svoltare a sinistra verso viale Roma.

La decisione era stata pensata in occasione dei lavori che avevano interessato l'incrocio di De Matthaeis. Ma non solo. Da tempo, l'Amministrazione comunale studiava come risolvere il problema dell'intasamento del traffico. Un'idea sperimentale che, non avendo portato alcun risultato, è stata abbandonata in tempi brevi.