Oltre otto milioni di euro per gli impianti di depurazione. È quanto disposto dalla giunta regionale del Lazio che ha accolto le richieste formulate dal Consorzio Industriale del Lazio su proposta della società AeA tramite l'amministratore Massimo Barillaro.
I contributi, concessi nell'ambito del "Programma regionale di interventi per la messa in sicurezza delle infrastrutture viarie e per la rigenerazione urbana" saranno distribuiti in interventi di manutenzione straordinaria per unificare due impianti di trattamento (ex Asi Frosinone ed ex Cosilam) a Villa Santa Lucia per un valore di 4.500.000 euro. I fondi saranno utilizzati anche per un adeguamento funzionale dell'impianto di depurazione acque reflue industriali di Aquino per un valore di 330.000 euro.

Saranno investiti anche per l'adeguamento funzionale dell'impianto di depurazione acque reflue industriali di Ceccano, per un valore di 2.180.000 euro. Infine, saranno impiegati per la ristrutturazione serbatoio di accumulo dell'acquedotto industriale ad Anagni per un valore di 1.200.000 euro.

«È sicuramente un risultato importante, frutto del grande lavoro che abbiamo portato avanti anche di recente con il vicepresidente della Regione Lazio, Daniele Leodori, con il quale abbiamo avuto una serie di incontri risolutivi – ha affermato il presidente del Consorzio Industriale del Lazio Francesco De Angelis – Parliamo di interventi di mitigazione ambientale, necessari ed importanti per il nostro territorio. Sono interventi di mitigazione ambientale che ci sono stati proposti dalla società AeA, che gestisce in concessione tutti gli impianti di depurazione – ha continuato – Molto importante il lavoro portato avanti in sinergia e in piena sintonia con l'amministratore Massimo Barillaro. Oggi, con questo finanziamento, per il quale ringraziamo il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e il vicepresidente Daniele Leodori, riusciamo a dare risposte concrete – ha concluso De Angelis – che vanno nella direzione della sostenibilità ambientale e a sostegno delle industrie».

Particolarmente soddisfatto anche l'amministratore di AeA, Massimo Barillaro: «Con questo contributo arriviamo al punto di svolta molto atteso per gli interventi infrastrutturali sugli impianti di depurazione. Un risultato che si raggiunge grazie alla forte sinergia registrata con la Regione Lazio ed il Consorzio Industriale del Lazio. In particolare vorrei sottolineare il grande impegno ed il lavoro portato avanti dal presidente del Consorzio Francesco De Angelis, nel quale ho trovato sin dal primo momento un interlocutore disponibile e attento – ha concluso Barillaro – Proprio grazie a questo impegno sinergico oggi arriviamo al risultato che speravamo».