Svolta nell'indagine aperta sulla morte della ventitrenne rumena trovata senza vita sulla Cassino-Sora all'alba di lunedì 12 settembre. Gli inquirenti hanno stretto il cerchio grazie a quanto raccontato dalle telecamere di sorveglianza. E i carabinieri della Compagnia di Cassino hanno individuato in un trentenne di Sant'Elia, L. S., l'autore dell'investimento mortale. Ora ai domiciliari in attesa della formalizzazione dell'accusa.La vittima, Diana Maria Zaharie, era arrivata da poco in Italia e nelle ventiquattro ore precedenti alla tragedia aveva effettuato due accessi al pronto soccorso dell'ospedale Santa Scolastica in stato confusionale. Poi l'incidente e la tragedia