Individuato un uomo che, lo scorso febbraio, aveva dato fuoco all'auto di un maresciallo dei carabinieri. Voleva vendicarsi di un suo debitore, che non gli avrebbe corrisposto quanto dovuto a seguito della cessione di un'attività commerciale. Così il quarantottenne di Pavia ha deciso di incendiare l'auto del soggetto in questione. Confondendo i veicoli, però, ha dato alle fiamme quello di un carabiniere, danneggiando anche un'auto vicina, di proprietà di un farmacista. Entrambi del tutto estranei alla vicenda che ha scatenato la vendetta. Denunciato, l'uomo ha patteggiato la pena di un anno e undici mesi.