La settimana si apre con 63 contagiati. Sono 6 in più rispetto a lunedì scorso, ma anche 44 in più nel confronto con il 5 settembre. Il trend segna una ripresa dei contagi come testimoniato dall'andamento dell'incidenza per 100.000 abitanti, in lieve, ma costante crescita. In risalita pure i ricoverati che passano da 20 a 22, mentre non si registra alcun decesso.

La giornata
Il centro con più casi ieri è stato Anagni con 7, poi Frosinone, Ceccano, Giuliano di Roma e Veroli con 6, Alatri, Alvito e Boville Ernica 3, Ausonia, Cassino, Castro dei Volsci, Piglio, Pontecorvo e Sora 2, Aquino, Arnara, Castelliri, Fumone, Isola del Liri, Paliano, Piedimonte San Germano, Posta Fibreno, Ripi, Serrone e Vallecorsa 1.

L'andamento
Negli ultimi sette giorni sono 1.299 i positivi scoperti a una media giornaliera di 185,57. Rispetto al periodo precedente (1.243 e 177,57) si ha una crescita del 4,50%. Lunedì scorso, invece, il trend era ancora in discesa con un meno 8,73%. Il 5 settembre, invece, aveva registrato un meno 8,83%. Ciò testimonia una ripresa dei casi negli ultimi giorni. A settembre ci sono 3.313 contagiati a 174,36 di media. Numeri inferiori a tutti quelli degli altri mesi del 2022 e anche di dicembre 2021. Solo novembre con una media di 66 casi giornalieri ne conta meno degli attuali.

Gli indicatori
Prosegue la marcia al rialzo dell'incidenza per 100.000 abitanti, ora a 272. Da sei giorni si registrano sempre dei lievi aumenti. Infatti, lunedì scorso, l'incidenza era a 260,59, mentre il 5 settembre era a 285,35 e il 29 agosto a 313,21. Va sottolineato che, in questa lunga fase di discesa dell'incidenza per 100.000 abitanti, iniziata da 1.233,12 il 13 luglio ha toccato come quota minima 252,62 l'11 settembre. Il tasso di positività ieri si è attestato al 16,80% come lunedì scorso, 16,81%. Anche se la passata settimana ha registrato una media in risalita, dal 14,47% della precedente al 17,89%.

I ricoverati e i guariti
Sono risaliti da 20 a 22 i ricoverati con il Covid-19. Si tratta dello stesso numero del 13 settembre. Da una settimana il dato oscilla tra 20 e 22. Il mese, invece, era iniziato a 32. I negativizzati questa volta sono meno dei nuovi positivi, 51 contro 63. La passata settimana ha registrato 1.702 negativizzati, quattro in più di quella precedente.

I tamponi
Come ogni lunedì c'è l'effetto riduzione dei test del weekend con 375 sugli stessi valori o quasi del 12 settembre, che ne aveva avuti 339. Rispetto agli 8.059 tamponi analizzati a cavallo tra fine agosto e inizio settembre, si registra una progressiva discesa nelle settimane successive prima con 7.885 e quindi con 7.214.

I decessi
La settimana comincia senza decessi. L'ultima si era chiusa con due vittime, una in più di quella precedente e come quella prima ancora. Nelle ultime sei settimane non si è mai andati oltre i due casi con un totale di nove vittime, ovvero lo steso numero avuto nell'ultima settimana di luglio. A settembre sono, dunque, sempre tre i deceduti.

Il bollettino del Lazio
L'assessore Alessio D'Amato nel fare il punto sulla situazione nel Lazio dopo il bollettino di ieri rilancia l'appello a vaccinarsi. Su un totale di 8.679 tamponi, si sono registrati 815 nuovi casi positivi (-677 in 24 ore), con un decesso (0). Si contano poi 346 ricoverati (-22), 25 pazienti nelle terapie intensive (0) e 1.274 guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 9,3%. D'Amato poi aggiunge: «Desidero rivolgere un appello al richiamo di vaccino per tutti gli over 60 anni e le persone con fragilità con i nuovi vaccini bivalenti. Aumentare le difese per un inverno più sicuro».