I casi Covid si stanno assestando. Ieri registrati 171 positivi (-17 in 24 ore), 204 negativizzati, senza decessi e con un numero invariato di ricoverati. L'incidenza per 100.000 abitanti ormai da otto giorni oscilla tra 250 e 260, con un lieve rialzo per la terza delle ultime quattro volte. Invece, scende il tasso di positività che si va ad attestare al 16,61%.

La giornata
È Ferentino con 13 casi il comune con più contagi giornalieri secondo l'ultimo bollettino. A seguire Ceccano con 11, Cassino e Sora con 9, Anagni con 8, Roccasecca con 7, Boville Ernica, Castro dei Volsci e Veroli con 6, Alatri, Frosinone, Piedimonte San Germano, Pontecorvo, Posta Fibreno e Vico nel Lazio con 5, Castelliri, Piglio e Ripi con 4, Alvito, Aquino, Atina, Castrocielo, Esperia, Isola del Liti e Paliano con 3, Giuliano di Roma, Monte San Giovanni Campano, Morolo, Pofi, Santopadre, Torre Cajetani e Villa Santa Lucia con 2, Acuto, Arnara, Ausonia, Ceprano, Collepardo, Fontana Liri, Gallinaro, Pico, Pignataro Interamna, San Biagio Saracinisco, Sant'Elia Fiumerapido, Serrone, Sgurgola, Supino, Torrice, Trevi Nel Lazio, Trivigliano Vallecorsa e Vicalvi chiudono con 1.

L'andamento
L'attuale settimana segna 704 casi a 176 di media. Siamo sugli stessi valori della passata settimana, archiviata con un totale di 1.205 positivi e alla media di 172,14. Anche negli ultimi sette giorni la media è di 176 (1.232 contagiati).
Rispetto al periodo immediatamente precedente (1.270 e 181,43) la diminuzione è di appena il 2,99%, il minimo dell'ultimo periodo. La discesa dei casi è iniziata dalla seconda settimana di luglio e da allora solo una volta i casi erano leggermente aumentati.
Tolti gli ultimi due martedì, le giornate che segnano il maggior numero di casi dopo la flessione del fine settimana, i positivi giornalieri oscillano tra 170 e 193.
Dall'inizio del mese sono 2.724 i contagiati per una media di 181,60 ogni 24 ore. Dopo il picco di luglio (690 casi giornalieri) sarebbe il secondo ribasso di fila su valori, peraltro, che nel 2022 non erano così bassi.

Il Gimbe
In base al monitoraggio del Gimbe, «da 4 settimane consecutive - dichiara Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe - prosegue la lenta discesa dei nuovi casi settimanali che si attestano intorno a quota 108.000, con una media mobile a 7 giorni di circa 15.000 casi al giorno». In 18 regioni il Gimbe registra un calo percentuale dei nuovi casi (dal -4,8% del Piemonte al -31,5% della Calabria), in 3 un minimo incremento (Provincia autonoma di Bolzano +0,2%, Toscana +1,1%, Umbria +4%). Rispetto alla settimana precedente, in 88 province diminuiscono i nuovi casi (dal -0,8% di Chieti al -55% di Crotone), mentre 19 segnano un incremento (dal +0,5% di Alessandria al +58,2% di Verbano-Cusio-Ossola). In questa tabella Frosinone è al -9,4%. In Italia l'incidenza rimane sotto i 500 casi per 100.000 abitanti in tutte le province: dai 76 casi di Barletta-Andria-Trani ai 338 di Pescara. Il Gimbe considera i 259 di Frosinone.

Gli indicatori
Ieri, l'incidenza era a 258,28 contro i 258,07 del bollettino precedente. Ormai dall'8 settembre le oscillazioni, in avanti o all'indietro, sono minime.
Quanto al tasso di positività, ieri con il 16,61% è stato raggiunto il minimo di una settimana che viaggia a una media di 17,12%. E sarebbe in rialzo rispetto al 14,47% della precedente, il minimo dell'ultimo periodo.

I ricoverati e i guariti
Resta fermo a 21 il dato dei ricoverati con il Covid. E siamo ritornati ai numeri che non si vedevano dalla prima parte di giugno. Rispetto all'inizio del mese i ricoverati sono diminuiti di 11.
I negativizzati sono 204, ancora una volta più dei nuovi casi positivi (171). Da lunedì i guariti sono 873 contro i 1.698 dell'intera settimana precedente.

I tamponi
Ammonta a 1.029 i nuovi tamponi processati per un totale di 4.098 dall'inizio della settimana. In proiezione un dato leggermente inferiore a quello della settimana precedente nel quale i test eseguiti sono stati in totale 7.885.

Il bollettino del Lazio
Nel Lazio su un totale di 14.250 tamponi processati, ieri si registravano 1.611 nuovi casi positivi (+58) e 3 decessi (-1). Nel bollettino anche 378 ricoverati (-10), 26 nelle terapie intensive (-1) e 2.134 guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è all'11,3%.