È sempre più emergenza spazi per le tumulazioni delle salme nel cimitero civico di Ferentino.
Mentre i lavori di ampliamento del luogo sacro sono in corso, nel suo lato inferiore il Comune ha a che fare con la carenza di posti (anche perché in città sembra esserci in media quasi un decesso al giorno). Negli ultimi anni sono state diverse le ordinanze del sindaco Antonio Pompeo, attraverso le quali sono stati reperiti decine di loculi già affidati in concessione ai richiedenti e non utilizzati. Provvedimenti per rimediare alla carenza di tombe e per la tumulazione provvisoria dei defunti. Nell'ultimo recente intervento, sono stati reperiti altri 45 loculi già affidati in concessione ai singoli cittadini, che ne hanno fatto richiesta, ma non ancora utilizzati appunto. Le spese relative per le esumazioni provvisorie, che dovranno effettuarsi in caso di decesso dei proprietari dei loculi, fino alla definitiva nel loculo che verrà dato in concessione non appena completati i lavori di costruzione dei nuovi, finiranno a carico dell'Amministrazione comunale.

Nel frattempo, come è noto, all'inizio del 2022 ha aperto l'atteso cantiere dei lavori di ampliamento che porteranno alla costruzione di oltre 1.800 nuovi loculi. Esattamente 1.887 sono le nuove tombe e cappelle che sorgeranno nell'area interessata dai lavori, nel versante inferiore del sepolcreto, lato nord. Saranno realizzate in cinque tipologie diverse per struttura e grandezza e verrà alla luce anche un nuovo parcheggio. L'ampliamento del camposanto di Ferentino è un passo obbligato, una priorità assoluta dell'Amministrazione Pompeo che intende risolvere a ogni costo il problema della mancanza di loculi. L'opera, il primo lotto dei lavori di ampliamento, dovrebbe completarsi in 189 giorni, vale a dire in circa 6 mesi, si teme però che non sarà facile terminare il tutto entro l'anno corrente.
L'importo dei lavori a base di gara è di 2.829.807,93 euro, mentre il costo di aggiudicazione 2.554.320,42 euro.