Si torna in aula. Domani la prima campanella che darà il via al nuovo anno scolastico 2022/2033. In classe oltre 62.000 studenti e quasi 8.000 docenti nella provincia di Frosinone. Un nuovo anno, il terzo dell'era del Covid, anche se si riparte senza restrizioni seppur tenendo alta l'attenzione, che si apre con alcune critiche che stanno tenendo banco in questi giorni: le centinaia di cattedre ancora scoperte. Da una parte si fanno i conti con l'algoritmo "impazzito", dall'altra con la carenza di organico nell'ufficio scolastico provinciale il cui personale sta lavorando fino a sera per cercare di far fronte all'emergenza. Errori anche nella compilazione della domanda da parte degli aspiranti.

Abbiamo fatto il punto con il dottore Antonio Monteforte, vicario dell'ufficio scolastico regionale del Lazio-Ambito territoriale di Frosinone. «Sono state fatte circa 180 nomine in ruolo da graduatorie di merito e graduatorie ad esaurimento, oltre 80 conferme in ruolo per il 2022/23 di docenti beneficiari ex art. 59 comma 4. Sono già state fatte, inoltre, 52 nomine per supplenze finalizzate all'immissione in ruolo e dobbiamo fare oltre 800 nomine a tempo determinato, contiamo di inviare le mail ai docenti interessati entro fine settimana/inizio della prossima».

Si lavora ancora sulle graduatorie provinciali per le supplenze…
«A riguardo delle graduatorie, oggetto in questi giorni di molte critiche da parte degli interessati, tengo a chiarire che gli errori nelle GPS non sono dovuti, per la stragrande maggioranza, ad errori dei nostri uffici, che hanno lavorato e stanno lavorando tutti i giorni fino a tarda sera, compreso il sabato, e spesso anche la domenica, per essere cercare di fare il prima possibile l'elaborazione e nomine dei supplenti, nonostante la carenza del personale (negli ultimi due anni sono andati in pensione otto unità mai sostituite). Abbiamo cercato di analizzare tutti i reclami e abbiamo visto che, oltre ad un errore di elaborazione del sistema informativo, ci sono errori nella compilazione della domanda da parte degli aspiranti».

Quest'anno poche restrizioni...
«In merito al rientro a scuola, il Ministero ha approntato un vademecum illustrativo delle note tecniche concernenti le indicazioni finalizzate a mitigare gli effetti delle infezioni da Sars-CoV-2 nell'ambito dei servizi educativi per l'infanzia e la primaria, nonché nell'ambito delle scuole del I e II ciclo di istruzione, già trasmesso a tutte le istituzioni scolastiche. In particolare, nelle indicazioni viene chiarito: niente mascherine per il rientro a scuola tranne nel caso in cui ci siano alunni fragili e nel caso di personale scolastico fragile».

Resta alta l'attenzione…
«Il Ministero raccomanda, inoltre, la sanificazione ordinaria periodica dei locali, che deve essere straordinaria e tempestiva in presenza di uno o più casi confermati. Logicamente, in continuità con gli anni precedenti, il Ministero conferma l'attivazione del sistema di monitoraggio per valutare gli impatti che la diffusione del virus ha su tutti i gradi del sistema educativo di istruzione e di formazione».

Un augurio agli studenti, ai docenti…
«Un augurio per un anno proficuo a tutti gli studenti, in particolare a quelli che affrontano per la prima volta questa esperienza e che si apprestano a vivere un nuovo anno con entusiasmo e grinta e con il desiderio di apprendere e di vivere intensamente la loro esperienza di studenti. Auguro, inoltre, un buon lavoro a tutti gli insegnanti e a coloro che, con ruoli e responsabilità diverse, operano a supporto della formazione dei ragazzi. Un augurio speciale ai genitori, affinché sappiano collaborare con tutti gli operatori nell'educazione dei loro figli».