Si contano i danni della violenta grandinata che alle 12.30 di giovedì si è abbattuta in molti comuni della Ciociaria distruggendo uliveti, orti, danneggiando auto, tetti e abitazioni. Chiesto lo stato di calamità alla protezione civile regionale da alcuni sindaci, tra cui Frosinone, Torrice, Strangolagalli, Alatri, Veroli e Boville Ernica. Il consigliere regionale Pasquale Ciacciarelli e il presidente del gruppo provinciale di Frosinone della Lega Gianluca Quadrini, hanno chiesto che venga accolta la richiesta. Intervento anche del consigliere regionale Buschini pronto a presentare una mozione.
A Torrice ieri mattina tanti cittadini hanno raggiunto il Comune, come sottolineato anche dal sindaco Alfonso Santangeli tra i primi a chiedere lo stato di calamità naturale, al fine di prelevare i moduli su cui dichiarare la tipologia e l'entità dei danni subiti.

Anche da Alatri l'aiuto alla popolazione. «Per tutti coloro che ne avessero bisogno, ai fini assicurativi, possono contattare il Comando di Polizia Locale (0775/442011) o recarsi allo stesso per ritirare l'attestazione di condizioni meteo. Si invitano tutti i cittadini a documentare mediante foto, descrizioni, preventivi, fatture o scontrini lo stato dei danni e la loro riparazione». Non è stato risparmiato neppure il capoluogo. Ieri la richiesta di stato di calamità firmata anche dal sindaco Riccardo Mastrangeli. Gli uffici della Polizia locale, a cui afferisce la protezione civile, stanno già rilasciando le certificazioni per gli utenti che vogliano richiedere risarcimento per i danni subiti. La certificazione è valida solo per fini assicurativi, per coloro, dunque, che abbiano sottoscritto in precedenza la polizza comprendente danni da eventi atmosferici.

«Il Comune di Frosinone – ha dichiarato il sindaco, Riccardo Mastrangeli – ha già attivato le procedure necessarie per richiedere la dichiarazione di stato di calamità naturale alla Regione Lazio. È la Pisana, infatti, l'ente incaricato alla valutazione delle richieste e all'erogazione di fondi». Per informazioni è possibile rivolgersi al comando di Polizia locale in piazzale Europa, o scrivere all'indirizzo mail pl@comune.frosinone.it.

Anche a Boville Ernica e Strangolagalli è stata avanzata la richiesta. Non è mancato all'appello il Comune di Veroli dove «si sono riscontrati gravissimi ed ingenti danni a molteplici abitazioni private e attività artigianali, nonché industriali. Inoltre sono stati interessati tanti veicoli, che hanno riscontrato ingenti danni sulla carrozzeria e addirittura con la rottura dei parabrezza. Peraltro, la polizia locale è dovuta intervenire per la soluzione di incidenti stradali causati dalle particolari condizioni meteo. Immobili con destinazione abitativa e industriali, sono stati colpiti da raffiche di vento creando scoperchiature dei tetti e rottura di vetri, tanto da richiedere l'intervento dei vigili del fuoco». Ieri l'intervento del consigliere Buschini. «Presenterò una mozione consiliare per impegnare il presidente Zingaretti e la Giunta regionale a riconoscere lo stato di calamità naturale ai comuni della provincia di Frosinone, che hanno subito danni ingenti a causa della forte grandinata».