Posata a Colleferro la prima pietra per "Piazza bianca", a Paliano celebrata una messa e tanti i messaggi e i post in ricordo di un giovane, Willy Monteiro Duarte, ricordato da tutti per il suo coraggio, la sua generosità, il suo altruismo. Un giovane che nella notte tra il 5 e il 6 settembre di due anni fa è stato barbaramente massacrato a Colleferro. Per l'omicidio sono stati condannati in primo grado all'ergastolo i fratelli Marco e Gabriele Bianchi, a 23 anni Francesco Belleggia e a 21 Mario Pincarelli. Una morte, quella del ventunenne di origine capoverdiana che ha destato profonda commozione non solo nei tre paesi coinvolti dall'accaduto (Colleferro, posto dell'aggressione, Paliano, luogo in cui viveva Willy e Artena, residenza dei quattro arrestati e processati per omicidio volontario).

Ieri nella collegiata di Sant'Andrea a Paliano è stata celebrata una messa in suffragio del giovane. Presenti i genitori Armando e Maria Lucia, la sorella Milena, gli amici e la comunità insieme al sindaco Domenico Alfieri. Sempre nel pomeriggio a Colleferro è stata posata la prima pietra per la "Piazza Bianca". E sui social la famiglia di Willy ha ricordato il loro caro con queste parole: «Ciao caro Willy, sono già passati due anni, ma manchi ancora come il primo giorno. Due anni senza i tuoi scherzi, i tuoi sorrisi, le tue coccole, le tue battute e soprattutto senza i tuoi abbracci. Hai visto che bel messaggio che hai lasciato su questa terra? Quante persone ti pensano e pregano per te. Tante le dediche, gli eventi e le piazze. Il primo passo per avere giustizia è stato fatto speriamo la sentenza rimanga invariata così potrai riposare in pace. Manchi tantissimo nostro Willy. Sarai sempre e per sempre nel nostro cuore. La tua famiglia».

«A due anni dalla tragica notte in cui Willy fu ucciso, come Istituzioni vogliamo continuare a dare segnali concreti per trasformare quel dolore in occasione di riscatto - ha detto Eleonora Mattia, Presidente IX Commissione Consiglio regionale del Lazio, a margine della posa della prima pietra della "Piazza Bianca", colore del lutto a Capo Verde, a Colleferro - finanziata con 450.000 euro di cui 400.000 dalla Regione Lazio – intitolata alla memoria di Willy Monteiro Duarte nei pressi del luogo in cui il giovane di Paliano venne brutalmente ucciso. Con la posa della prima pietra all'interno dei giardini "Angelo Vassallo" di Colleferro continua il percorso – avviato con l'approvazione di un emendamento a mia prima firma al collegato alla stabilità regionale 2021 – per rigenerare questo spazio e donarlo a tutti i giovani e le giovani delle comunità di Colleferro, di Paliano e del quadrante. La "Piazza bianca" per Willy sarà un luogo di riscatto e di socialità, un investimento che risponde all'esigenza della memoria: vogliamo ricordare Willy e la sua generosità, il suo altruismo e il suo coraggio. Anche per questo ho fortemente voluto promuovere l'istituzione di un Premio a lui dedicato e rivolto a tutte le studentesse e gli studenti delle scuole secondarie del Lazio – che partirà a breve con la seconda edizione – e con il quale incoraggiamo il protagonismo dei giovani nel contrasto ad ogni forma di odio e violenza».

Anche il sindaco di Paliano Domenico Alfieri ha ricordato il giovane: «Caro Willy, nel tuo breve passaggio su questo mondo ci hai insegnato tante cose: l'amore per la vita, l'importanza di essere generosi, la consapevolezza che ognuno di noi non deve mai cedere di fronte alla violenza e alla prevaricazione». Nel suo intervento, invece, il primo cittadino di Colleferro, Pierluigi Sanna ha detto «mi fa piacere che questa prima pietra venga posata in perfetta armonia e concordia con la famiglia di Willy».