La pattuglia dei rinforzi è pronta. Tre impiegati e due tecnici per rimpinguare l'organico comunale. Così, per la prima volta dopo quindici anni, il trend s'inverte.
La lunga stagione della spending review, che ha impedito di rimpiazzare il personale andato in pensione riducendo al lumicino la forza lavoro a Palazzo Antonelli, lascia ora il campo al rafforzamento dell'organico. Quanto mai necessario. E l'amministrazione del sindaco Roberto Caligiore (il quale gestisce la delega al personale), si sta dando da fare proprio in questa direzione. Tanto che alle cinque new entry faranno seguito presto altre assunzioni.

Il doppio concorso bandito dal Comune per tre posti di istruttore amministrativo e due di istruttore tecnico si è concluso. È stata una sfida impegnativa, soprattutto per l'aspetto organizzativo vista la platea dei concorrenti. Più di ottocento candidati provenienti da tutta Italia che si sono misurati con la prova scritta e quella orale, la prima svolta nel palasport del Casaleno, a Frosinone, la seconda nella sala consiliare del Comune di Ceccano.
La commissione giudicatrice è stata presieduta da Stefano Schirmenti, segretario generale dei Comuni di Anagni e Prossedi, e composta da Adolf Cantafio, segretario generale dei Comuni di Scandriglia, Toffia, Castelnuovo di Farfa, e da Maria Lucia Torri, funzionario amministrativo-contabile del Comune di Nepi. Con le funzioni di segretario verbalizzante Diana D'Amico, dirigente del primo settore del Comune di Ceccano, che ha seguito personalmente il complesso iter per l'indizione e lo svolgimento del concorso.

Con la prova orale di venerdì scorso, si è chiusa anche la selezione per i due posti di istruttore tecnico (categoria C), che si aggiungono all'altro posto vacante ricoperto attraverso lo scorrimento della graduatoria da altri enti. Degli otto candidati ammessi all'orale (sui 96 che hanno partecipato alla prova scritta), i vincitori sono risultati Stefano Di Pofi con 51 punti ed Elena Papetti con 50. Verranno assegnati ai settori lavori pubblici, manutenzioni, patrimonio, urbanistica e ambiente. Gli altri sei candidati hanno ottenuto tutti l'idoneità, utile dunque per partecipare ad altri concorsi.

Per i tre posti di istruttore amministrativo, anche questi a tempo pieno e indeterminato, sono stati dichiarati vincitori Alessandro Bottoni, Ludovica Franco e Simone Cestra.
Ma la volontà della giunta Caligiore di reclutare nuove risorse umane per ottimizzare la macchina amministrativa non si ferma qui. Forte del recente via libera ottenuto dal Ministero dell'interno, il Comune si appresta a procedere con nuove assunzioni. «Per l'anno in corso abbiamo programmato l'assunzione a tempo pieno e indeterminato di due agenti di polizia municipale: uno con scorrimento di graduatoria da altri enti, l'altro attraverso l'istituto di mobilità volontaria», ha spiegato il primo cittadino.

Il costo complessivo annuo delle assunzioni è di 263.316 euro. «Nonostante le chiare difficoltà di bilancio dovute a una serie di imprecisioni contabili a partire dal 2009, sfociate con l'approvazione del Piano di riequilibrio finanziario pluriennale - ha aggiunto Caligiore - abbiamo dato seguito alle assunzioni per restituire ossigeno agli uffici comunali e fare in modo che offrano un servizio sempre più efficiente ai cittadini».

Novità in vista anche per i dipendenti già in forza all'organico di Palazzo Antonelli: «La mia amministrazione, come ho preannunciato con una lettera indirizzata a ciascun dipendente, ha stabilito di aumentare le ore e di effettuare progressioni verticali in base alle esigenze d'ufficio, riconoscendo le disponibilità, le professionalità e il senso di responsabilità del personale».