Dopo alcuni mesi di chiusura, è stato riaperto il cantiere della farmacia comunale. La nuova ditta subentrata alla precedente, con cui il Comune aveva rescisso il contratto, ha avviato le opere. È in corso una variante al progetto per l'adeguamento degli impianti al servizio dei locali. Si tratta di una seconda variante, dopo che la prima si era resa necessaria per l'adeguamento ai nuovi prezzi.

La notizia della riapertura del cantiere la dà il vicesindaco Vincenzo Cacciarella, che spiega: «Riapre il cantiere della farmacia comunale. Dopo le note vicende relative ai problemi causati dalla prima ditta aggiudicatatia dei lavori, l'Amministrazione ha rescisso il contratto, seguendo tempi e norme di legge, affidando i lavori all'impresa arrivata seconda nella gara. Prima di questo, si è dovuto aggiornare il progetto con una variante imposta dagli aumenti in atto dovuti alla guerra e ai diversi termini contrattuali. Una seconda variante è in corso per la sostituzione completa degli impianti elettrici (prima era soltanto revisione), in quanto a causa dello smontaggio dei mobili il direttore dei lavori ha potuto verificare esattamente lo stato obsoleto degli stessi. Pertanto, oggi sono ripartiti i lavori e questa volta verranno portati a conclusione. Nel frattempo, i nuovi mobili sono pronti presso il fornitore. Questo problema ci ha costretto a prorogare la chiusura della farmacia, causando danni economici e di immagine. Pertanto, i nostri avvocati stanno predisponendo le opportune azioni legali».

Quindi il vicesindaco Cacciarella conclude: «Infine, aspettiamo il benestare dal Ministero per l'approvazione della dotazione organica, che consentirà di procedere con le assunzioni di due farmacisti. Alla riapertura dell'esercizio, potremo restituire ai cittadini un servizio efficiente e moderno, ma facendo anche un tuffo nel passato tra i mobili antichi che verranno restaurati». Il cantiere è stato finalmente riaperto e adesso bisogna accelerare i tempi per poter riaprire la farmacia, assicurare il servizio ai cittadini e le relative entrate alle casse comunali.