La comunità delle suore francescane missionarie del C.I.M è stata e continua ad essere un punto di riferimento, una lampada sempre accesa e una casa accogliente per la città di Ferentino e per tutta la diocesi. Alla cura materna delle suore vengono affidati i piccoli, che educano con amore, dedizione e spirito di sacrificio. Le famiglie trovano in queste sorelle un sostegno per il difficile e delicato compito dell'educazione delle nuove generazioni.

Vere figlie della Beata Madre Caterina operano indefessamente per l'annuncio del Vangelo, offrendo il loro servizio nella parrocchia di San Valentino. In stretta collaborazione con il parroco, nonché vicario generale monsignore Giovanni Di Stefano, si occupano della catechesi dell'iniziazione cristiana e dell'animazione liturgica. Da poco è giunta la notizia che la Fraternità di Ferentino è diventata sede della provincia italiana delle suore francescane.

Le suore e la popolazione tutta lo hanno appreso con gioia. La casa di Ferentino ha accolto la beata Madre M. Caterina alla tenera età di 6 anni, l'ha vista crescere, diventare suora. È in questa santa casa che Dio ha affidato alla beata "la conversione del popolo oltremare". Da qui è partita per l'Egitto con altre cinque sorelle, prime donne religiose italiane in missione.