Un risveglio senz'acqua per i cassinati quello di ieri mattina. Una "doccia" fredda per chi doveva andare al lavoro, avviare la macchinetta del caffè nel proprio locale, fare uno shampoo a una cliente. L'acqua non ne voleva saperne di uscire. Il problema che ha causato l'improvviso disagio, in alcune parti della città, è stato legato alle avverse condizioni meteo.

E, infatti, di fronte alle continue segnalazioni da parte dei cittadini giunte in municipio, è stato proprio l'ente a chiarire, in mattinata l'accaduto: «In riferimento all'improvvisa interruzione idrica in alcune parti della città, Acea con una pec inviata al Comune fa sapere che sono in corso i lavori per il ripristino della piena funzionalità dell'impianto e che, per far fronte ai disagi degli utenti, ha predisposto lo stazionamento di due autobotti: l'una in piazza Nicholas Green, l'altra in piazza Pier Carlo Restagno.

L'interruzione idrica è stata causata da un fulmine che ha bruciato il quadro elettrico nella zona del serbatoio che alimenta parte della città». L'acqua è gradualmente tornata già prima di pranzo.