Il Covid segna una pausa con appena 37 contagiati in provincia di Frosinone su 239 tamponi processati. Ma si registra una nuova vittima. Intanto i ministeri dell'Istruzione e della Salute hanno preparato il vademecum per le scuole in vista della ripresa delle lezioni. Niente più Dad e addio alle mascherine.

Le scuole
Nel vademecum per le scuole si dà atto che «nel 2022 il contrasto al Sars CoV-2 è cambiato. Da strategia di contrasto della diffusione dell'infezione si è passati, infatti, a strategie di mitigazione. L'obiettivo perseguito è contenere l'impatto negativo dell'epidemia sulla salute pubblica». Il piano si articola su due livelli, una serie di misure base da attuare subito, all'avvio del nuovo anno scolastico (nel Lazio la ripresa è fissata al 15 settembre, anche se molte scuole in virtù dell'autonomia anticiperanno la data) e altre possibili «da realizzare su disposizione delle autorità sanitarie qualora le condizioni epidemilogiche peggiorino, al fine di contenere la circolazione virale e proteggere i lavoratori, la popolazione scolastica e le relative famiglie». L'obiettivo resta garantire la frequenza scolastica in presenza e avere il minimo impatto delle misure di mitigazione sulle attività scolastiche. Pertanto, per quanto riguarda le mascherine l'uso è previsto «per gli alunni con fragilità, al fine di garantire la didattica in presenza e in sicurezza». Inoltre, è consentita la permanenza a scuola di bambini e studenti con lievi sintomi respiratori e in buone condizioni generali. Per i primi, infatti, si dà atto che il semplice raffreddore è comune «e non può essere sempre motivo di non frequenza o allontanamento dalla scuola in assenza di febbre». Per i secondi, invece, si consente la presenza ma con l'uso della mascherina (chirurgica o Ffp2). Va aggiunto che non sono previsti specifici controllo sullo stato di salute all'ingresso a scuola. Il personale scolastico a rischio utilizzerà le mascherine Ffp2 e dispositivi di protezione per gli occhi, ma, in generale, chiunque lo ritenga utile può utilizzare i dispositivi di protezione personale. È prevista una sanificazione ordinaria periodica dei locali e una straordinaria in presenza di uno o più casi confermati. I casi sospetti di Covid vengono gestiti con isolamento dell'alunno nella stanza dedicata. Per i minorenni saranno informati i genitori. Chi risulterà positivo è tenuto a rispettare l'isolamento. Per rientrare in classe sarà sufficiente un test antigenico rapido o molecolare negativo. Gli istituti scolastici saranno, comunque, tenuti ad attivare il sistema di monitoraggio per valutare l'impatto che, eventualmente, il virus avrà sul sistema educativo. Per quanto riguarda l'adozione di dispositivi mobili di purificazione e impianti fissi di aerazione, il dirigente scolastico richiederà ad Asl e Arpa di effettuare un monitoraggio preliminare della qualità dell'aria e per l'individuazione delle soluzioni da adottare. Pertanto sulla base di tali attività, «il dirigente scolastico richiede all'ente proprietario dell'edificio di attivarsi per porre in essere gli interventi necessari, secondo quanto previsto dalla normativa vigente». Non è più prevista la didattica digitale integrata.

La giornata
Dei 37 nuovi positivi in Ciociaria, 3 casi sono a Ceccano, Paliano e Veroli, 2 ad Alvito, Anagni, Ausonia, Castro dei Volsci, Frosinone e Morolo, uno solo ad Alatri, Amaseno, Atina, Campoli Appennino, Cervaro, Ferentino, Fiuggi, Gallinaro, Monte San Giovanni Campano, Patrica, Rocca d'Arce, San Giorgio a Liri, Santopadre, Serrone, Settefrati, Sora e Trevi nel Lazio.

Il decesso
La scorsa settimana aveva segnato un solo decesso, la nuova, invece, si apre con la morte di un uomo di 95 anni di Alatri. Il mese di agosto conta in totale nove vittime.

L'andamento
La settimana si apre con 19 casi in meno rispetto allo scorso lunedì. Negli ultimi sette giorni i contagi sono stati 1.494 a 213,43 di media. Rispetto al periodo precedente (1.470 e 210 di media) lieve aumento: più 1,63%. In confronto al 15 agosto (1.714 a 244,86) c'è invece un calo del 12,83%.

Gli indicatori
L'incidenza per 100.000 abitanti su base settimanale scende a 313,21 dal 317,19 di domenica. Rispetto al precedente lunedì (308,18) si ha un lieve aumento. Il tasso di positività, invece, scende al 15,48%, il minimo dal 12,76% del 16 agosto. I ricoverati, infine, diminuiscono da 33 a 32 (più 7 rispetto al 22 agosto).