Va avanti il progetto del Comune di Alatri di dotare la città di colonnine elettriche per la ricarica di autoveicoli elettrici o ibridi sugli spazi pubblici. Lo scorso luglio era stato pubblicato un avviso pubblico per individuare operatori interessati alla fornitura, all'installazione e alla gestione delle colonnine. A seguito dell'avviso comunale è pervenuta una manifestazione di interesse da parte della società Bec (Be charge srl) di Milano.

Nei giorni scorsi è stato approvato il protocollo d'intesa con la società lombarda per stabilire il numero minimo di colonnine da installare sul territorio comunale; la garanzia di uso pubblico da parte di qualsiasi utente che accetta le condizioni di vendita del servizio di ricarica indicate dal gestore; proposta di convenzione contenente tempi, modalità di attivazione e durata del servizio; sistema di pagamento da parte degli utenti immediato ed universale con carte di credito, debito nazionali ed internazionali, carte bancomat; disponibilità a sostenere tutti i costi di installazione, manutenzione e gestione sia delle colonnine sia della segnaletica relativa agli stalli dedicati sia dell'intero posto auto dato in concessione; disponibilità a collaborare per l'avvio e la gestione di campagne promozionali organizzate dal Comune che promuovano la mobilità elettrica o ibrida.

Il tema della mobilità sostenibile era stato evidenziato dal sindaco Maurizio Cianfrocca anche in campagna elettorale. «Dovrà cambiare anche la nostra concezione di mobilità – aveva detto - allineandosi a quei concetti che ormai non sono più procrastinabili. Per questo motivo andremo alla ricerca di fondi per dotare la città di colonnine per la ricarica delle auto elettriche, provando a ridisegnare il sistema del trasporto pubblico urbano e implementando l'utilizzo delle bici, anche elettriche, con la creazione di piazzole e piste ciclopedonali».