La gestione attuale dello stadio del nuoto, in scadenza a fine mese, in capo all'attuale concessionario sarà prorogata di un anno, fino al 31 agosto 2023, nelle more dell'esame della proposta di project financing sugli impianti natatori della città, che comprende anche lo stadio del nuoto, e che è stata depositata nei mesi scorsi nell'ultimo scorcio della precedente consiliatura. La decisione è stata presa, su una delibera dell'assessorato al patrimonio coordinato dall'assessore Angelo Retrosi, nella giornata di ieri, dalla giunta guidata dal sindaco Riccardo Mastrangeli. Lo "Stadio del Nuoto" e il polivalente di viale Mazzini sono oggetto di una proposta di cui si è fatta promotrice la "Società Sportiva Dilettantistica Bellator Frusino", già concessionaria del polivalente, e realtà molto impegnata nella pallanuoto, soprattutto in campo giovanile.

I documenti sono stati depositati dai dirigenti del sodalizio presso gli uffici tecnici del Comune di Frosinone da circa un anno. I particolari e i dettagli non si conoscono, ma il progetto, di certo, coinvolgerà le due strutture natatorie e prevederà interventi migliorativi sugli impianti e su altro con importanti investimenti. Lo stadio del nuoto, struttura sportiva di proprietà del Comune di Frosinone, costato 6,5 milioni di euro, è stato inaugurato nel 2009 e da allora è anche centro federale della Fin. La struttura è composta da due vasche al coperto una da 21×12 metri e una da 33×25 metri con 8 corsie e un pontone mobile che ne permette la riduzione a 25 metri. Vicino alle piscine è presente anche una palestra molto ampia.

Questo impianto è un grande punto di riferimento per tutte le società della provincia in quanto dà la possibilità di svolgere tutte le attività natatorie come il nuoto, la pallanuoto, il nuoto sincronizzato e il nuoto per salvamento sia didattico che sportivo, corsi di scuola nuoto per bambini ed adulti e nuoto libero. Più risalente nel tempo il polivalente, realizzato tra gli anno Ottanta e Novanta e che al suo interno ospita una piscina, una palestra per pallavolo, basket, calcio a cinque, più tanti altri spazi dedicati alle altre discipline sportive e ad attività ricreative e ludiche. Tra l'altro sulla struttura c'è un importante finanziamento intercettato dal Comune per il trasferimento della biblioteca comunale in uno dei piani.