Una notte da far west nel cuore della città ernica. Una serata spensierata di mezza estate ha rischiato di trasformarsi in un dramma. Tre persone, tra cui una donna giovanissima, sono finite in ospedale con diverse ferite. Su quanto accaduto nella notte tra martedì e mercoledì, intorno all'una, sui responsabili e sulle cause dell'aggressione, saranno i carabinieri a fare chiarezza. Acquisiti i filmati delle telecamere che potranno essere d'ausilio alle indagini.

Forse uno sguardo di troppo alla base dell'aggressione, prima ai danni di una diciottenne di origine romena da anni residente a Veroli, poi di un quarantasettenne e infine di un altro giovane. Tutti finiti in ospedale. Ad avere la peggio è stato il quarantasettenne verolano che ha riportato anche la rottura del setto nasale, di alcuni denti e diverse costole incrinate.
Stando a una prima ricostruzione, la diciottenne sarebbe stata avvicinata da una giovane di origine albanese che era in compagnia di un'altra donna e di tre uomini. La giovane si sarebbe scagliata contro la romena accusandola di aver guardato il compagno. Dalle parole sarebbe passata poi ai fatti afferrandola per i capelli e facendola sbattere contro il tavolino di un locale. Poco distante c'era il quarantasettenne seduto davanti a un bar. Quando ha visto cosa stava accadendo è intervenuto in aiuto della diciottenne. A un certo punto due o tre uomini che erano insieme alla loro connazionale, avrebbero aggredito il verolano colpendolo con calci e pugni.

Alla scena avrebbero assistito diverse persone, ma molti si sarebbero dileguati. Invece un giovane avrebbe preso il cellulare per avvertire i carabinieri. Quando uno della "comitiva" ha capito che il ragazzo stava chiedendo l'intervento delle forze dell'ordine, si sarebbe scagliato anche contro di lui. All'arrivo dei militari, però, dei presunti aggressori non c'era più traccia.
I tre feriti hanno dovuto fare ricorso alle cure del pronto soccorso. Saranno le indagini condotte dai carabinieri su quanto accaduto nel centro storico di Veroli, a pochi passi dal municipio, a chiarire se si sia trattato di un'aggressione tra due persone, se ci sia stata una rissa tra più soggetti e soprattutto a individuarne gli autori. D'aiuto, come detto, saranno le telecamere di videosorveglianza.

Tre persone finite in ospedale, una ragazza di 18 anni, un quarantasettenne e un altro uomo. Sarebbero stati aggrediti da un gruppo di persone, di origine albanese. Su quanto accaduto nel centro storico di Veroli nella notte tra martedì e mercoledì e sui responsabili, saranno le indagini dei carabinieri a chiarirlo. D'ausilio anche i filmati delle telecamere di sorveglianza che sono stati acquisiti dalle forze dell'ordine.

Sembrerebbe che alla base della vicenda ci sarebbe stato uno sguardo di troppo della diciottenne al compagno di una delle giovani albanesi coinvolte nell'aggressione. L'albanese si sarebbe scagliata contro la ragazza sostenendo di aver guardato il compagno. In aiuto della diciottenne sarebbe intervenuto il quarantasettenne e successivamente l'altro uomo. Tutti finiti in ospedale. Sono tuttora in corso le indagini dei carabinieri.

di: N.F.