Parole d'ordine: natura e tranquillità per questo Ferragosto 2022 sul pianoro di Prato di Campoli. A precedere lunedì 15 agosto, un weekend ricco di visitatori che ha permesso il rodaggio della macchina organizzativa così da assicurare una giornata all'insegna del relax e del rispetto dell'ambiente.
In previsione del corposo andirivieni di avventori, repentina e puntale è stata la mobilitazione della polizia locale guidata dal comandante Massimo Belli. Un'azione combinata e capillare che ha permesso di gestire al meglio il flusso e di contingentare gli accessi al pianoro, scongiurando comportamenti non adeguati e assicurando il rispetto dei divieti e delle disposizioni.

Per garantire ordine e monitorare gli accessi, il checkpoint è stato predisposto come di consueto a Santa Maria Amaseno con gli agenti del comando locale di polizia municipale operativi con due pattuglie e impegnati in perlustrazione costante sul pianoro per controllare parcheggi e attività ricreative.
Fissato a 700 il numero massimo delle vetture cui è stato consentito di raggiungere il pianoro, limite che è stato raggiunto intorno alle 9.30 anche grazie al monitoraggio dei parcheggi. Libero da soste non autorizzate anche Vado della Spina, nel rispetto delle norme che vietano il transito sul manto erboso. Il flusso veicolare in ambedue i sensi di marcia è stato nuovamente autorizzato alle 19, quando grazie al decremento di presenze e alla discesa di molte macchine, altre hanno potuto guadagnare il suolo di Prato di Campoli, nel rispetto dei numeri e delle disposizioni stabilite.

Presente anche il gruppo de "La Compagnia dei Viandanti", cui è affidata la gestione del pianoro, impegnato nell'erogazione dei biglietti e non solo.
Un'importante dimostrazione di civiltà anche da parte dei cittadini che hanno recepito il messaggio, si sono attenuti alle regole e hanno prestato attenzione. Niente soste selvagge, ma parcheggi ordinati secondo la segnaletica, funzionali anche a lasciar campo libero per l'eventuale passaggio di mezzi di soccorso, che lunedì non si è reso necessario.
Prato di Campoli in una nuova veste, dove la montagna torna ad essere protagonista e ad essere vissuta nel rispetto del contesto naturale e paesaggistico. La versione green per Prato di Campoli ha dunque ingranato la marcia giusta.