Sviluppi sull'investimento avvenuto nella giornata di venerdì scorso in zona la Mosca, in via Currivé, dove è rimasto ferito un ciclista, trascinato per circa venti metri da un'auto. Il conducente della macchina, un sessantaseienne verolano, è risultato positivo all'alcol test. Aveva un tasso alcolemico superiore ai limiti di legge. L'uomo è stato, pertanto, denunciato per lesioni personali colpose e guida in stato di ebbrezza. Per lui è stato disposto anche il ritiro della patente di guida. Tuttora ricoverato al policlinico "Tor Vergata" di Roma, invece, il ventisettenne, anche lui residente a Veroli.

La ricostruzione
L'incidente si è verificato intorno alle ore 18 di venerdì scorso alla periferia della città di Veroli. Il giovane verolano era in sella alla sua bici, poco distante dalla sua abitazione, quando è stato investito da un'auto condotta dal sessantaseienne. Spaventoso lo scenario apparso ai primi soccorritori. La bici sotto l'auto, il giovane sul parabrezza. Immediatamente sono stati contattati i soccorsi. Sul posto sono arrivati gli operatori del 118 con un'ambulanza. Dopo le prime cure sul posto i dottori hanno deciso il ricovero del verolano in una struttura più attrezzata per le cure del caso. È stato ricoverato al policlinico "Tor Vergata". L'elicottero dell'Ares 118 è atterrato in un terreno poco distante per poi rialzarsi in volo alla volta della capitale. Oltre al personale medico sono intervenuti gli agenti della polizia locale per i rilievi di rito e per stabilire la dinamica dell'incidente. In ausilio anche i militari. Il conducente della macchina è stato sottoposto all'alcol test. Test che ha dato esito positivo. Pertanto nei suoi confronti è scattato il ritiro della patente di guida, oltre alla denuncia per lesioni personali colpose e guida in stato di ebbrezza.