Dalla gioia di aver messo alla luce il figlio che aspettava, alla paura che potesse accadere qualcosa di irreparabile. Durante il parto il piccolo ha subìto lesioni al cuoio capelluto. Il neonato ha riportato una prognosi di quindici giorni. I genitori hanno presentato denuncia e si sono affidati all'avvocato Danilo Dipani. Nei giorni scorsi dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Velletri è arrivato l'avviso di conclusione indagini a una dottoressa, medico chirurgo, che due anni fa aveva effettuato l'intervento nell'ospedale dei Castelli, a Roma. La donna è indagata per lesioni colpose aggravate.

La vicenda
La vicenda nel 2020 quando la ferentinate ha partorito nell'ospedale romano. Durante il parto cesareo, stando alle accuse, al cuoio capelluto del neonato è stata provocata una ferita tanto che ha riportato una prognosi di quindici giorni. Grande la paura dei genitori che hanno temuto conseguenze più grandi per il loro figlio. Dopo l'accaduto hanno presentato denuncia e sono stati avviati tutti gli accertamenti e sequestrata la cartella clinica. Ora la conclusione delle indagini e l'avviso notificato al medico chirurgo per lesioni colpose aggravate.